SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Mentre in ogni stabilimento balneare, in ogni mercato ambulante e per ogni occupazione di suolo pubblico l’amministrazione comunale è vigile nei controlli e intransigente nelle sanzioni, non capiamo perché il comportamento nei confronti dei vu cumprà sia completamente permissivo”. A chiederselo è la sezione sambenedettese dei Giovani di Forza Italia, allarmata per l’estendersi a macchia d’olio del fenomeno dell’abusivismo commerciale.

“Siamo d’accordo che il fenomeno è dilagante e di difficile risoluzione sulle spiagge, dato il vasto territorio da sorvegliare, tuttavia non concepiamo come il Comune non riesca a garantire la legalità nel massimo corso cittadino. L’immagine che la nostra San Benedetto offre ai turisti e visitatori è di totale anarchia. Le regole ci sono e vanno rispettate. Qual è la determina comunale – ironizzano i ragazzi berlusconiani – che autorizza il nuovo outlet di vere griffe a posizionarsi sotto il sottopasso a pochi metri dalla storica fontana?”.

La richiesta è di attivare un’azione “incisiva e rigorosa, che metta fine ad uno scenario orrendo”. “Siamo certi – concludono gli under del centrodestra – che la volenterosa amministrazione vorrà tutelare gli interessi dei commercianti regolari e annunciamo, in caso contrario, azioni clamorose di salvaguardia dei nostri commercianti che continuano a sopravvivere e a garantire posti di lavoro nonostante la crisi e le mille difficoltà che governo regione e comune creano alle piccole e medie imprese”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 739 volte, 1 oggi)