Samb in stand by. Pronto, Angelo Deodati? Sono il direttore di Riviera Oggi “Io e Moneti stiamo discutendo, dica velocemente che non ho tempo, devo lavorare. Cosa vuol sapere? Non è ancora stato deciso niente, ve l’ho già detto il giorno che sono venuto lì. Appena sarà tutto pronto lo comunicheremo alla città. La storia del 90%? È ancora tutto da decidere.” Ha già incontrato Noi Samb, l’associazione di tifosi che sta per entrare in società? Li ha conosciuti? “A me non interessano, a loro ci pensa l’ex presidente, ma adesso devo lasciarla, mi scusi devo chiudere” Un lapidario Deodati ci ha accolti così. Evidentemente è molto impegnato e non gli va di parlare di Samb. Eppure le sue credenziali economiche lascerebbero ben sperare. Ne ho parlato con giornalisti di Viterbo che me lo hanno confermato. Un problema però c’è e nessuno può negarlo. Delle sue pochissime parole mi ha colpito il fatto che abbia definito Moneti come l’ex presidente. Probabilmente un lapsus. Magari gli chiederemo delucidazioni quando avrà almeno 5 minuti da dedicarci. Dopo le avvisaglie di lunedì scorso, le risposte di oggi sono difficili da interpretare ma potrebbero anche non significare l’abbandono della trattativa che resterebbe in corso. “Io e Moneti stiamo discutendo” Speriamo perché sarebbe veramente grave e preoccupante se anche Deodati tornasse nell’anonimato come è già accaduto con la famiglia Longo. Il fatto, però, che stiano tornando alle cronache cartacee i “due misteriosissimi imprenditori e sponsor laziali” un brutto pensierino è lecito farlo. Se Angelo Deodati abbandona, il problema, secondo me è legato a motivi opposti rispetto a quelli che hanno visto sfumare l’affare con la famiglia Longo. Tra l’altro non si sa cosa sia successo realmente tra il sindaco Gaspari, Moneti e Deodati (una diretta in streaming non ci stava male) ma certe dichiarazioni del primo cittadino, comunque misteriose, non lascerebbero spazio a possibili accordi pro Samb in tempi brevi. Tempi invece che stanno diventando brevissimi sia per l’assemblamento della rosa che per la scadenza dell’iscrizione (sarà in grado Arcipreti di ripetere i miracoli di un anno fa?) per la quale mancano pochi giorni. Iscrizione che verrà sicuramente fatta (servono 19 mila euro) ma ancora non si sa da chi e perché. Normale, dopo due mesi in cui è stato detto di tutto e sempre in toni positivi da Gianni Moneti? Tra i commenti ce n’è uno di “giamburrasca” che ha fotografato alla perfezione quando avvenuto dai primi di maggio ad oggi. Leggetelo. È molto interessante oltre che documentabile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.593 volte, 1 oggi)