Barletta: Dicandia, Persia, Curci, Zingrillo, Dinoia, De Lorenzo, Di Pinto, Stella, Riondino.
Sambenedettese: Carotenuto, Leghissa, Pastore, Jordan, Di Maio, Soria, Marazza, Juninho, Addarii, Comello. All. Di Lorenzo.
Arbitri: Murgida di Gallarate e Balconi di Sesto San Giovanni.
Reti: 3′ pt Palma (S), 6′ pt Juninho (S), 12′ pt Soria (S), 2′ st Persia (B), 6′ st Jordan (S), 2′ tt Jordan (S), 3′ tt Jordan (S), 5′ tt Jordan (S), 5′ tt Zingrillo (B).

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Avvio bruciante della Samb contro il Barletta che mette subito alle corde gli avversari e passa in vantaggio grazie alla punizione bruciante di Palma. La voglia di riscatto dei ragazzi di Di Lorenzo dopo la sconfitta del Pisa si rende piuttosto evidente nella maggiore coralità dell’azione rossoblu.

La prima frazione di gioco si chiude sul parziale di 3-0, in virtù delle reti di Juninho e Soria quasi allo scadere. Il bomber abruzzese, in particolare, è bravo nel risolvere una mischia a centro area. Nella ripresa si rende pericoloso il Barletta con un tap-in di Persia sotto porta che consente ai suoi di accorciare nel risultato.

Nel momento peggiore per i marchigiani esce fuori però la classe dei suoi beachers, è il caso al 6′ dell’eurogol messo a segno da Jordan che infila la porta avversaria da centrocampo centrando l’angolino alto alla sinistra di Stella. Poco dopo strappa applausi l’acrobazia di Addarii che si vede respingere la conclusione praticamente sulla linea di porta. Sempre Samb in avanti con Juninho che s’incarica del tiro dalla distanza sul quale Stella si esalta. Nella terza frazione uragano Jordan non lascia scampo agli avversari segnando praticamente da tutte le posizioni. La sua tripletta vanifica il gol della bandiera di Zingrillo e consente alla Samb di chiudere sul 7-2. La prossima tappa del girone A della serie A Enel si giocherà a Marina di Pisa, dove la Happy Car recupereranno il nazionale portoghese Bruno Novo.

“Abbiamo giocato una bella partita – ha dichiarato il vice presidente Roberto Rossetti – mettendo in pratica tutto quanto non avevamo fatto sabato contro Pisa. Un’ottima prestazione del collettivo, trascinato da uno strepitoso Jordan, mentre Juninho e Marazza sono stati spesso frenati dai legni, anche se meritavano maggior fortuna visto il livello della loro partita. Abbiamo messo in campo l’atteggiamento giusto – conclude Rossetti – lanciando un segnale forte a questo campionato”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 220 volte, 1 oggi)