Dal numero 995 di Riviera Oggi Estate.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “In vacanza a San Benedetto? Perché no. Anzi, sarei curioso di vedere i miei luoghi del film sotto un’ottica diversa”. Parla così Giulio Base, regista di “Mio papà”, pellicola che sarà nelle sale nella prossima stagione cinematografica. “Siamo in fase di post-produzione. Il che significa confezione finale del montaggio, composizione delle musiche, doppiaggio nella presa diretta sporca, eccetera”.

Mancano tuttavia ancora dei ciak. “Dobbiamo effettuare delle riprese subacquee – rivela Base – credo si faranno al largo di Ortona a breve. Ovviamente, fino a che il film non sarà finito non si hanno certezze sulla data esatta di uscita”.

In Riviera la troupe passò quattro settimane, dall’11 novembre fino a metà dicembre. “Ho ricordi favolosi, a San Benedetto ho trovato gente aperta e cordiale, ampia collaborazione, attenzione massima al nostro lavoro e buon cibo. Abbiamo mangiato da re”.

Prodotto da Movie And e Rai Cinema, con la collaborazione del Ministero dei Beni Culturali, “Mio papà” vede la partecipazione di Giorgio Pasotti e Donatella Finocchiaro e racconta il rapporto affettivo in una famiglia allargata tra un bambino – interpretato da Niccolò Calvagna – e il nuovo compagno della madre.

La troupe venne accolta da condizioni meteorologiche proibitive. Base rivela che proprio l’arrivo rappresentò il momento più delicato. “Ci trovammo nel bel mezzo di una specie di uragano di vento e di neve. Tuttavia sono cose che capitano, è naturale aspettarselo per chi fa il nostro lavoro, soprattutto in inverno”. La speranza è che i sambenedettesi si ritrovino nel prodotto finale. “Mi auguro che proviate piacere nel riconoscere dei luoghi fotografati con amore. Valorizzando un posto, valorizzo un film. La mia location preferita? Beh, la rocca è sempre la rocca!”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.184 volte, 1 oggi)