SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ancora niente di certo sulla sorte del commerciante di pesce Pietro Sarchiè, scomparso improvvisamente il 18 giugno. Era partito, nella mattinata, con il suo furgone in direzione della provincia di Macerata.

Dai rilevamenti effettuati, il cellulare dell’uomo è stato agganciato alle celle di San Benedetto del Tronto e poi Fiumicino. In poche ore. Un fitto mistero che sta angosciando la famiglia del commerciante. Le ricerche in questo momento si stanno concentrando sul Maceratese e nel Lazio tra Fiastra e Fiumicino.

Un dettaglio che gli inquirenti vogliono chiarire è quello di chi ha risposto al telefono a un cliente affermando che Pietro Sarchiè non poteva rispondere direttamente perché impegnato nelle consegne.

La speranza è che si faccia luce presto in questa intricata vicenda. La targa del furgoncino dell’uomo è CZ988XZ, di colore bianco con una striscia blu(come dimostrato nelle foto).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.345 volte, 1 oggi)