SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Al coro di no al terzo mandato di Spacca si aggiunge quello dei renziani sambenedettesi. Del resto, chi da anni invoca la rottamazione non poteva esprimersi diversamente: “L’idea di una presenza trentennale all’interno di una stessa istituzione va contro l’idea di fondo del nuovo Pd, che ha sempre sottolineato la temporaneità del servizio politico”.

Il parere, condiviso mercoledì scorso nel corso dell’assemblea del circolo nord dell’associazione Adesso, si aggiunge ad altre bocciature eccellenti che recentemente hanno riguardato l’onorevole Luciano Agostini e il sindaco offidano Valerio Lucciarini. Al contrario, per ora l’unico sponsor di Spacca nel sud delle Marche si chiama Gaspari.

“Altro aspetto emerso nell’incontro è la serietà degli impegni politici, non si possono fare delle promesse e non mantenerle”, proseguono i renziani. “E’ stata ribadita la necessità di creare i cosiddetti tavoli tematici che dovranno disegnare il progetto della nostra città da qui al 2020. In tal senso l’associazione si impegnerà affinché si formino dei tavoli di discussione sulle problematiche politiche e cittadine e ad elaborare un progetto per il territorio insieme a tutte quelle forze aperte al dialogo, insieme alle quali saranno scelte le persone. I progetti saranno fondamentali, non esistono candidati precostituiti ad essi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 460 volte, 1 oggi)