MARTINSICURO – Tanto rumore per nulla. Si potrebbe sintetizzare così la vicenda del ritrovamento di diverse chiazze di sangue nella mattinata di giovedi 19 giugno in piazza Cavour a Martinsicuro, provocate da un piccolo incidente accorso ad un anziano malato di Alzheimer che nella notte è caduto, mentre si aggirava da solo nella piazza, battendo il naso.

Ma allo spuntar del sole, appena visto il sangue sparso a terra, sul posto si sono portati vigili urbani e carabinieri che hanno avviato le indagini del caso, temendo risse con feriti nella notte. Sono state quindi visionate le riprese delle telecamere di sorveglianza a circuito chiuso poste proprio sulla piazza cittadina. Immagini non nitidissime che avevano però ripreso, intorno alle 4 di notte, una persona anziana aggirarsi per la piazza.

“Questa mattina si è diffusa, con l’immancabile seguito di apprensioni e luoghi comuni ormai abusati – aveva scritto il sindaco Paolo Camaioni su facebook – la notizia del rinvenimento di una vistosa macchia di sangue in piazza Cavour. Ebbene, la polizia locale ed i carabinieri della stazione di Martinsicuro, dopo aver visionato con attenzione il filmato della telecamera posizionata sul posto, hanno potuto verificare che intorno alle 4 di questa mattina, uno strano soggetto che evidentemente non vuole troppo bene alla nostra città e verosimilmente neppure a se stesso, si è divertito a spargere del sangue di qualche animale sull’asfalto.

Si sta procedendo alla sua identificazione. Quanto accaduto è la dimostrazione di come molte situazioni denunciate (non tutte ovviamente) con le immancabili foto ed i soliti commenti roboanti, potrebbero essere il risultato di situazioni create ad arte da chi ha tutto l’interesse a screditare una bella città ed un lavoro onesto che si sta portando avanti per migliorarla. Attraverso l’aumento ed il potenziamento dei dispositivi di videosorveglianza cui stiamo lavorando da tempo con il delegato alla Sicurezza, ci toglieremo molte altre curiosità. Intanto, ringraziamo le forze dell’ordine di Martinsicuro per questo intervento. Dobbiamo sempre contare su di loro e denunciare direttamente tutte le situazioni anomale di cui veniamo a conoscenza.”

Ma la realtà dei fatti si è rivelata lontana anni luce da tali supposizioni. Il sangue rinvenuto appartiene ad un anziano signore, malato di Alzheimer, che vive nei pressi di piazza Cavour. L’anziano si è allontanato da casa senza farsi notare dal nipote che lo accudisce e una volta giunto nei pressi della fontana è scivolato rompendosi il naso. Siamo stati contattati telefonicamente da uno dei nipoti dell’anziano signore che ci ha raccontato come è andata. A volte la fantasia supera davvero la realtà.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.450 volte, 1 oggi)