Riceviamo e pubblichiamo dall’associazione di tifosi NoiSamb:

Titolo: Tra pochi giorni la Samb iscritta in serie D

Questo il testo: «Tra pochi giorni la Samb sarà iscritta la prossimo campionato di serie D. E’ quanto ottenuto dall’associazione Noi Samb in seguito all’incontro con il presidente della Sambenedettese Gianni Moneti andato in scena nella giornata di martedì. La riunione è servita a fare il punto sui prossimi passi da compiere. Importantissimi per il futuro della Sambenedettese. L’associazione, infatti, ha messo sul tavolo la necessità di iscrivere per prima cosa la squadra al prossimo campionato di serie D, una iscrizione che dovrà arrivare nel giro di pochissimi giorni e con largo anticipo sulla scadenza fissata dalla Lega.

Un atto fortemente voluto e ottenuto da Noi Samb. Così oggi (mercoledì) il segretario generale della società rossoblù, Nazzareno Marchionni è negli uffici della Lega per acquisire tutto il materiale e le informazioni necessarie all’iscrizione che quindi, nel giro di pochissimi giorni, verrà formalizzata ufficialmente. La scelta è dettata dalla necessità di lanciare un forte segnale all’ambiente e alla tifoseria e di scacciare via i fantasmi di quanto accaduto dodici mesi fa.

E’ necessario, in questa fase, fugare tutti i dubbi e le preoccupazioni che aleggiano tra molti tifosi. La seconda cosa da fare – e l’associazione e Moneti si sono dati una scadenza a brevissimo termine – è quella di definire il quadro societario stringendo le trattative con gli eventuali altri possibili soci al fine di poter finalmente generare quella situazione che consenta all’associazione di fare il suo ingresso in società: vale a dire lo studio di un bilancio sostenibile e la trasformazione della società sportiva in una Srl.

Nei prossimi giorni, insomma, dovrebbero arrivare importanti novità»

Firmato NoiSamb

Fare salti gioia per un’iscrizione in Quarta Serie che costa appena 19 mila euro mi pare abbastanza esagerato. Anzi non è una notizia e annunciarla addirittura come una conquista mi pare assurdo. Peggio ancora se viene considerato un forte segnale alla tifoseria. Mi sembra di stare su “Scherzi a parte”. Mi spiace ricordare per l’ennesima volta che non ci siamo: questa è un’ennesima bufala se raffrontata a ben 350 mila euro che già sarebbero dovuti stare nelle casse rossoblu.La cifra per l’iscrizione equivale a bruscolini. Ma vi sembra possibile che Moneti, dopo aver rifiutato 100 mila euro dai Milone, perda tutto non iscrivendo la squadra al campionato? Iscrizione che viene addirittura considerata: un atto fortemente voluto da Noi Samb.

All’Associazione di Guido Barra, con il quale sono in contatto e in ottimi rapporti, consiglio come priorità  l’immediata trasformazione in Srl (domani, bastano alcune ore) con un capitale non inferiore a 200 mila euro interamente versato. Noi Samb versi in proporzione alla quota acquisita. Altri soci anche. L’intero capitale andrebbe custodito presso un notaio, ed usato come  garanzia minima per il pagamento di calciatori e dipendenti per la stagione 2014-2015. In effetti nel comunicato qualcosa del genere c’è ma non in termini chiari. Mi auguro che venga, prima possibile, reso trasparente e messo in pratica, al di là dei soliti annunci.

A proposito di Longo io lo considero socio a tutti gli effetti perché tanto venne annunciato nella conferenza stampa di un mese fa. Risentitela. Si parlò di firme non di chiacchiere. Mi spiace ricordare che l’artefice fu Gianni Moneti e mi pare anche che non si sia ancora scusato con la città. Quel venerdì è per me la pietra miliare di un futuro tutt’altro che roseo. Se il presidente della Samb afferma il contrario lo dicesse chiaramente. Non lo ha fatto nemmeno quando gli ho chiesto di battere un colpo. Mi tocca invece leggere “definire il quadro societario stringendo le trattative con gli eventuali altri possibili soci al fine di poter finalmente generare quella situazione che consenta all’associazione di fare il suo ingresso in società: vale a dire lo studio di un bilancio sostenibile e la trasformazione della società sportiva in una Srl.”, puro politichese dopo che sono passati 50 giorni dalla fine del campionato.

È mio diritto, da cittadino, da sambenenedettese, da tifoso e, buon ultimo da giornalista, pretendere fatti. Non più annunci farlocchi o bugie che già sono in sovrannumero. Voglio troppo bene alla Samb e anche a Noi Samb per nascondere la testa sotto la sabbia. Se poi qualcuno è in grado di smentire quanto ho scritto dal 23 maggio ad oggi, lo faccia subito, ne prenderò atto e porgerò le mie scuse. Con grandissimo piacere. Non aspetto altro.

Chiudo con una curiosità: sapete quali sono le due parole più usate negli ultimi due mesi, parlando della Sambenedettese? “prossimi giorni”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.779 volte, 1 oggi)