SAN BENEDETTO DEL TRONTO – San Benedetto del Tronto è la prima città marchigiana ad aderire al “Mayors adapt”. Infatti, nella seduta del 12 giugno 2014, il Consiglio Comunale ha deliberato l’adesione del Comune all’iniziativa del Patto dei Sindaci già sottoscritto a livello comunitario e sostenuto dalla Commissione UE per consentire ai Sindaci di impegnarsi volontariamente ad adottare strategie volte a ridurre le emissioni di gas a effetto serra e quindi per l’adattamento al cambiamento climatico. Questo è il primo movimento paneuropeo per sostenere l’azione locale sul cambiamento climatico.

L’iniziativa unisce gli Enti Locali dei 28 stati membri per affrontare la nuova sfida dell’adattamento ai cambiamenti climatici a livello locale e offre l’opportunità di collaborare a livello europeo sui nuovi problemi che si presentano con la necessità di adattarsi ai cambiamenti climatici. Ci sarà anche la possibilità di scambiare esperienze con altre realtà marittime europee che devono affrontare problematiche paragonabili rafforzando, al contempo, la collaborazione con i comuni limitrofi per rendere insieme la costa e i territori pronti ad affrontare gli impatti dei cambiamenti climatici, ma anche a cogliere le opportunità che si offrono attraverso le misure da prendere.

“Abbiamo aderito con piacere e convinzione al nuovo programma europeo – dichiara l’assessore alle politiche ambientali Paolo Canducci – che ha come scopo non solo di sensibilizzare gli Enti Locai alle problematiche di adattamento climatico ma anche spingerli a compiere azioni finalizzate a rendere le città più resilienti e così garantire maggiore sicurezza, vivibilità e salubrità ai propri cittadini. L’impegno che l’Europa ci richiede è importante – conclude Canducci – ma questa Amministrazione non è mai sfuggita alle proprie responsabilità accettando sfide sempre più difficili e ottenendo fino ad oggi ottimi risultati”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 434 volte, 1 oggi)