“Per quanto i tecnocrati lo programmino perfino nei minimi dettagli, per quanto i potenti lo manipolino, il calcio continua a voler essere l’arte dell’imprevisto. Per fortuna appare ancora sui campi da gioco, sia pure di rado, qualche sfacciato con la faccia sporca che esce dallo spartito e commette lo sproposito di mettere a sedere tutta la squadra avversaria, l’arbitro e il pubblico delle tribune, per il puro piacere del corpo che si lancia verso l’avventura proibita della libertà.”

Così scrive Eduardo Galeano nel suo bellissimo libro “Splendori e miserie del gioco del calcio”.  Buon Mondiale.

Katiuscia Chiappini commissione cultura Forza Italia San Benedetto

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 631 volte, 1 oggi)