SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ha un nome il responsabile di quanto avvenuto a San Benedetto in diversi episodi di violenza, principale tra i quali la rissa che avvenne nel centro cittadino, di notte, lo scorso 8 febbraio.

La polizia e i carabinieri di San Benedetto del Tronto hanno arrestato il 28enne Roberto Ruffini, pugile professionista (categoria superleggeri), per lesioni continuate gravi con le aggravanti dei futili motivi e della minorata difesa delle vittime in tre episodi. Roberto Ruffini è anche il responsabile sambenedettese di Casapound.

L’8 febbraio aveva partecipato attivamente ai pestaggi di due diversi gruppi: 5 persone erano finite in ospedale. Il 2 marzo aveva colpito un 50enne con un calcio al volto, ferendolo gravemente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 8.015 volte, 1 oggi)