Anche su Super J, canale 603 nelle Marche e Val Vibrata, 634 in Abruzzo. Tg ore 14 e 19. Servizio di Pier Paolo Flammini. Riprese e montaggio di Arianna Cameli.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è svolta lunedì 2 giugno la cerimonia “Conosci la Costituzione”, organizzata nel giorno della Festa della Repubblica durante la quale viene  consegnata una copia della Carta costituzionale a tutti i giovani residenti a San Benedetto del Tronto e nei Comuni del comprensorio che nel 2014 raggiungono la maggiore età.

Dopo la deposizione delle corone presso i monumenti ai caduti nella sede dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia e in viale Secondo Moretti, il corteo, preceduto dal Corpo Bandistico “Città di San Benedetto del Tronto”, ha raggiunto la Palazzina Azzurra dove si è svolta la cerimonia istituzionale.

“La Costituzione Italiana – ha dichiarato Barbara Malaisi, ricercatrice di Istituzioni di Diritto Pubblico presso il dipartimento di economia e diritto dell’Università di Macerata – non è un libro da lasciare sugli scaffali delle librerie, ma da leggere in quanto rende cittadini consapevoli”. La Malaisi ha ricordato che “tra i 556 ‘padri costituenti’, quell’insieme di giuristi che, partecipando all’Assemblea Costituente, hanno redatto la Carta, c’erano anche 21 donne che potremmo chiamare ‘madri costituenti’. Sono questi uomini e donne che hanno fissato i principi fondamentali della nostra Repubblica che nessuna riforma costituzionale potrà mai cancellare: il principio democratico, la sovranità popolare e l’uguaglianza”.

In chiusura d’intervento la docente ha letto le parole del presidente della Commissione per la Costituzione Meuccio Ruini che spiegano il senso del lavoro compiuto dai padri costituenti e le certezze che la Carta dà ancora oggi al Paese: “Questa Carta che stiamo per darci è, essa stessa, un inno di speranza e fede. Infondato è ogni timore che sarà facilmente divelta, sommersa, e che sparirà presto. Noi abbiamo la certezza che durerà a lungo, e forse non finirà mai, ma si verrà completando e adattando alle esigenze dell’esperienza storica…il largo suffragio universale attesta che la Costituzione è scaturita dalle viscere profonde della nostra storia, la convergenza di tutti in una comune certezza: il sicuro avvenire della Repubblica Italiana”.

A seguire, Stefano Croci e Andrea Bevilacqua del Liceo scientifico, Francesco Bettoni del Liceo Classico, Alessia Piccinno dell’Istituto “Capriotti”, Michela Fazzini e Andrea Valori dell’Istituto Alberghiero “Buscemi” in rappresentanza degli studenti degli istituti cittadini che hanno partecipato al viaggio d’istruzione in occasione delle celebrazioni per il 25 aprile – Anniversario della Liberazione, hanno raccontato le emozioni provate da tutti durante la visita al campo di concentramento di Mauthausen.

La cerimonia si è conclusa con la consegna di una copia della Costituzione a tutti i diciottenni residenti a San Benedetto e nei Comuni del comprensorio.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 607 volte, 1 oggi)