ACQUAVIVA PICENA – Tasi al 2 per mille sulla prima casa e all’un per mille per gli altri immobili. Lo ha deciso martedì sera il Consiglio Comunale di Acquaviva, che ha anche fissato le aliquote per il 2014 di Imu e Tari. Se l’imposta municipale unica non prevedrà aumenti, per quanto concerne la tassa sui rifiuti la riduzione del costo del servizio ottenuta nella stesura del piano finanziario con il gestore del servizio di raccolta dell’immondizia ha consentito di venire incontro alle attività commerciali, fortemente penalizzate lo scorso anno.

Il sindaco Pierpaolo Rosetti ha mostrato soddisfazione: “Ciò ci consentirà di avere le risorse per effettuare alcuni importanti interventi di sistemazione delle strade, avendo peraltro posto il più possibile attenzione alla pressione fiscale, come confermato già dalla precedente deliberazione che in materia di Irpef conferma anche per il 2014 l’aliquota del 2013″.

Tasi ed Imu avranno due scadenze di pagamento, il 16 giugno e il 16 dicembre. La Tari presenterà invece tre step, al 30 luglio, 30 settembre e 30 novembre, al fine di dilazionare il più possibile i pagamenti e non farli concentrare tutti alla fine dell’anno. Per la Tari verrà inviato al cittadino l’invito di pagamento, mentre la Tasi e l’Imu dovranno essere versate in autoliquidazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 792 volte, 1 oggi)