MARTINSICURO –  Grande affluenza di pubblico per la presentazione, presso la sala consiliare del Comune di Martinsicuro di “Ultima fermata in Paradiso”, seconda opera letteraria della scrittrice truentina, Antonella Aigle, edita dalla Damster Edizioni di Modena.

Coordinatore della presentazione Carlo Ferri che ha ripercorso l’ultimo anno con domande e approfondimenti sull’autrice e sul suo romanzo. Il delegato alla Cultura del Comune di Martinsicuro, Boris Giorgetti, ha dato il via all’evento presentando l’autrice e il mediatore e ringraziando la cittadinanza, accorsa in gran numero per l’occasione.

“Sono fiero di poter partecipare – ha detto invece il sindaco, Paolo Camaioni – e di potermi complimentare con l’autrice che con tanta spontaneità e semplicità fa conoscere la nostra città. Sono rimasto colpito da una frase (ridente paesino della costa) perché è così che Martinsicuro è, capace di grandi cose e Antonella ne è la dimostrazione.”

L’autrice ha letto all’inizio una dedica per sua marito e poi alcuni brani del suo nuovo romanzo, sottolineando più volte l’importanza della famiglia, protagonista principale della storia narrata. Emozionata per il percorso che ha intrapreso, per i suoi tanti progetti, tra cui quello degli Arcani, un’antologia di racconti ispirati alle carte, su idea di Xlater, con un gruppo di autori della Damster edizioni, che è stato fonte di dialogo e confronto.

“Sono consapevole di essere solo all’inizio – ha detto Antonella Aigle – ma è un inizio sicuramente entusiasmante ed è importantissimo per me iniziare questa nuova avventura partendo da Martinsicuro.”

Un percorso sicuramente ancora lungo e faticoso, ma che, oltre agli apprezzamenti dei tanti suoi lettori, ha già regalato alla scrittrice truentina bellissime recensioni come quella di Martina Mars che scrive:
“La Aigle è bravissima ad esprimere le emozioni, ogni parola stessa è emozione. Ci si trova di fronte ad un’autrice le cui storie sembrano vissute in prima persona, la passione che traspare dalle prime pagine si tocca lettralmente con mano. Il lettore si troverà coinvolto perché la stessa autrice viene coinvolta, la sua essenza, i suoi desideri profondi, i suoi valori.”

Prossimo appuntamento con la presentazione di “Ultima fermata in Paradiso” il 1 giugno a Palazzo dei Capitani di Ascoli Piceno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 505 volte, 1 oggi)