MARTINSICURO – Si finge carabiniere per rapinare prostitute. A finire in manette è un 43enne di Ripatransone, Andrea De Angelis. L’uomo è stato prelevato dai carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Teramo, a Belforte del Chienti (Macerata), in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare del gip del tribunale di Teramo, Giovanni de Rensis, emessa su proposta del pubblico ministero, Greta Aloisi.

De Angelis è risultato responsabile di cinque episodi di rapina con armi, perpetrati tra la fine di marzo di quest’anno e il 22 aprile, ai danni di tre prostitute, tutte di origine cinese, alle quali sottraeva denaro dopo essersi introdotto negli appartamenti delle vittime, tra Martinsicuro e Villa Rosa, qualificandosi come appartenente delle forze dell’ordine e minacciandole con una pistola.

Nell’abitazione di De Angelis, i carabinieri di Teramo hanno rinvenuto e sequestrato sia la pistola, risultata essere giocattolo, che un falso tesserino dell’Arma.

L’uomo si trova ora detenuto presso il carcere di Camerino (Macerata).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.428 volte, 1 oggi)