CONTROGUERRA – Anni di continue minacce e botte ai danni della sorella. A volte per futili motivi, spesso quando la donna si rifiutava di dargli dei soldi. Dal 2012 la sua vita era diventata un inferno, ma alla fine la povera donna ha trovato la forza di denunciare il tutto ai carabinieri.

Così, dopo una mirata attività investigativa, il Gip di Teramo ha predisposto un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per Alessandro Capriotti, 39enne residente a Controguerra. I carabinieri di Colonnella lo hanno prelevato dalla sua abitazione e trasferito presso il carcere teramano di Castrogno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.182 volte, 1 oggi)