SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il progetto ha previsto, negli stabilimenti balneari, la sistemazione di librerie stilizzate, dove turisti e non potevano gratuitamente e anonimamente prelevare un libro, leggerlo in spiaggia e poi riporlo nuovamente sugli scaffali della libreria prima di andar via. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di promuovere la lettura anche in spiaggia, utilizzando i cosiddetti libri “dormienti” nelle case degli italiani.

“Librerie da Spiaggia” ha avuto subito un riscontro pratico e un successo mediatico a livello nazionale. Basti pensare che oltre a tutte le testate giornalistiche nazionali sono state realizzate varie interviste con Rai Radio 3, Rtl, Ecoradio, Rai 1 (Linea Blu) e persino, con una Radio Russa. La Fiba Confesercenti ha deciso di sposare questo progetto ed estenderlo, a livello nazionale, agli stabilimenti iscritti al sindacato balneari.

Obiettivo per l’estate 2014 è quello di realizzare almeno 200 librerie in 200 strutture turistiche (stabilimenti balneari, lidi, chalet, alberghi) dei Comuni Costieri Italiani. Tale iniziativa si basa esclusivamente sul volontariato e aspira a coinvolgere tutti i comuni costieri italiani. Inoltre le peculiarità del progetto sono che le librerie si autogestiscono, il progetto non è un’iniziativa “flash” ma avrà una durata almeno decennale, si realizzeranno presentazioni di libri in spiaggia e incontri con gli autori e la rete di librerie da spiaggia sarà pubblicizzata su Guida Blu di Legambiente e sulle varie guide turistiche.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 604 volte, 1 oggi)