MARTINSICURO – Una ruspa danneggiata con sabbia nel serbatoio e alcune taniche di benzina rubate. E’ questo il resoconto di un atto criminoso che ha visto vittima la Dragaggi srl di Marghera, la ditta appaltatrice che sta eseguendo i lavori antierosione sul litorale truentino.

E’ successo nella notte tra lunedi 5 e martedi 6 maggio, quando ignoti si sono recati presso la zona nord dell’arenile, dove è stato collocato il cantiere, e hanno danneggiato una ruspa inserendo della sabbia nel serbatoio. Sono state trafugate anche alcune taniche di benzina.

“In seguito all’accaduto – dice il sindaco, Paolo Camaioni – è stata potenziata la vigilanza dei carabinieri e della polizia locale che effettueranno passaggi ripetuti sul posto. Si è provveduto a dare mandato agli uffici per il posizionamento di una telecamera. Infine,  l’impresa esecutrice dei lavori è ricorsa ad una società di vigilanza locale.”

Un gesto, apparentemente senza senso, che ha avuto però come conseguenza immediata il rallentamento dei lavori, inziati già con forte ritardo.

Si tratta, in ogni caso, di gesti che denotano una stupidità planetaria da parte di chi li mette in pratica – continua il primo cittadino di Martinsicuro – Oltre al danno singolo all’impresa che è già da condannare, si rallentano i lavori, per cui si reca un pregiudizio all’intera collettività.”

Sulla vicenda indagano i carabinieri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 923 volte, 1 oggi)