SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il 9 maggio è stato proclamato con legge n. 56 del 4 maggio 2007 “Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice”. Negli anni il Comune ha ricordato questo giorno intitolando alcune vie e piazze cittadine a personaggi che, a diverso titolo, sono stati vittime del terrorismo e delle stragi come il sambenedettese Roberto Peci, il ripano Vincenzo Illuminati e l’onorevole Aldo Moro.

Dallo scorso anno, al fine di approfondire i temi del terrorismo e dello stragismo, delle loro cause e delle loro conseguenze sulla società, l’Amministrazione comunale ha pensato di organizzare momenti di approfondimento rivolti agli studenti, ma aperti a tutta la cittadinanza, da svolgere nelle scuole.

L’appuntamento di quest’anno si terrà venerdì 9 maggio, alle 10, nell’aula magna del Liceo Scientifico “Benedetto Rosetti”. L’intervento dal titolo “Stragi e terrorismo nella storia di una democrazia difficile” sarà curato dall’avvocato Giovanni Pellegrino, già senatore e Presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sul terrorismo in Italia e sulle cause della mancata individuazione dei responsabili delle stragi.

La Commissione stragi venne istituita nel 1988 e, nonostante la sua durata iniziale fosse prevista in 18 mesi, rimase attiva per 13 anni, fino al 2001. La sua costituzione fu ritenuta necessaria per dare allo Stato un organo pubblico di grande autorevolezza che potesse indagare a fondo sui molti misteri che caratterizzavano la storia italiana del dopoguerra i cosiddetti misteri italiani.

Inoltre rappresentò lo sviluppo delle indagini condotte dalla Commissione d’inchiesta sulla strage di via Fani, sul sequestro ed assassinio di Aldo Moro e sul terrorismo in Italia (Commissione Moro) che precedentemente aveva svolto le sue attività.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 208 volte, 1 oggi)