ALBA ADRIATICA – E’ stato arrestato dai carabinieri del Norm, dopo un rocambolesco inseguimento in auto, un giovane componente di una banda che aveva appena messo a segno un furto all’interno del bar Macramè di Alba Adriatica.

L’operazione è stata effettuata con la collaborazione di un vigilantes dell’Istituto “Vigilantes Group” di Giulianova, che ha fatto scattare l’allarme. E’ stata, infatti, la guardia giurata a notare una Golf parcheggiata davanti al bar, con la portiera aperta sul lato passeggero e un individuo in attesa sul posto di guida.

Mentre si avvicinava per un controllo, ha visto due persone uscire dal bar e fuggire a piedi, mentre il conducente dell’auto si è allontanato a gran velocità. Subito si è messo all’inseguimento e nel frattempo ha avvertito la centrale operativa dei carabinieri chiedendo rinforzi.

L’auto è stata bloccata al confine con il Comune di Tortoreto e il conducente, Federico Lupi, un operaio 21enne di Colonnella, è stato arrestato. Nell’auto, a seguito di una perquisizione, è stato trovato e sequestrato un borsone contenente diversi arnesi da scasso.

Il giovane, dopo le formalità di rito, è stato posto ai domiciliari nella sua abitazione a disposizione della Procura della Repubblica in attesa del processo per direttissima. Sono invece in corso di identificazione i due complici che sono fuggiti a piedi dopo aver prelevato dal bar mille euro in contanti custoditi sotto il registratore di cassa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.048 volte, 1 oggi)