SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Partiranno a breve i lavori nel tratto ovest di via Monte Conero, quello compreso tra viale dello Sport e la Statale Adriatica, dove insiste una condotta scatolare di 500 metri che attualmente, a causa di un’ostruzione, riesce a contenere solo il 30% dell’acqua piovana che vi si riversa in caso di forti piogge.

Il 15 aprile  i rappresentanti della ditta Turla Costruzioni di Ascoli Piceno hanno illustrato, alla presenza del direttore dei lavori Francesco Vulpio della Ciip, il tipo di lavoro che si andrà a svolgere all’assessore ai lavori Pubblici Leo Sestri, ai consiglieri Claudio Benigni e Silvano Evangelisti e al presidente del Comitato di quartiere Ragnola Gianni Siliquini.

“I lavori del valore di 261.250 euro – spiega l’assessore Leo Sestri – consisteranno nell’aumentare la portata della conduttura attraverso una speciale tecnica che consente di estrarre i detriti che la ingombrano riducendo al minimo gli scavi di cantiere. L’attività inizierà subito dopo le festività pasquali e termineranno entro giugno. Con questo primo intervento contiamo di ridurre notevolmente il fenomeno degli allagamenti della zona”.

“L’obiettivo è di azzerare i disagi una volta completata la seconda parte del progetto, quella incentrata sulla vasca in costruzione in viale dello Sport – aggiunge il consigliere Evangelisti – che raccoglierà anche grazie a una pompa di sollevamento le acque meteoriche per poi riversarle nel Ragnola. A proposito di questi lavori, fermi a causa di problemi accusati dalla ditta appaltatrice, la Ciip assicura che ripartiranno a giugno non appena si saranno concluse le procedure di affidamento ad altra azienda per essere ultimati in ottobre”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 361 volte, 1 oggi)