MARTINSICURO – Due banane acquistate al mercato all’origine di una querela per diffamazione intentata da due vigili urbani del Comune di Martinsicuro contro il consigliere con delega alla Sicurezza, Sandro De Angelis.

La vicenda, che risale a più di un anno fa, è nata dall’acquisto di due banane da parte dei due vigili in un chiosco ambulante, e dalla voce, ripetuta in presenza di diversi testimoni dal consigliere Sandro De Angelis, secondo cui gli agenti avrebbero preteso di non pagare il corrispettivo al commerciante.

I due agenti hanno così querelato il consigliere delegato alla Sicurezza, ma per la procedura era stata inizialmente richiesta l’archiviazione. I due querelanti però hanno fatto ricorso e il sostituto procuratore, Stefano Giovagnoni, ha deciso di firmare il decreto di citazione diretta a giudizio nei confronti del consigliere. L’accusa è “di aver, comunicando con più persone, offeso l’onore e il decoro di due agenti della polizia municipale, Bruno Cicchi e Alighiero Ballatori, mediante attribuzione di un fatto determinato, non rispondente al vero, ossia che i due avrebbero preteso di non pagare il prezzo della frutta da un’ambulante cittadina”.

L’udienza dal giudice di pace di Giulianova è fissata per il 12 giugno, e saranno chiamati a testimoniare sul caso diversi agenti della Polizia Municipale e lo stesso sindaco Camaioni che con una nota ha ribadito la massima fiducia sull’operato del consigliere De Angelis: “Spiace constatare – dice il primo cittadino – che qualcuno voglia dare evidenza ad una vicenda che ha un’importanza molto relativa.

Per quello che mi riguarda, ribadisco la massima fiducia nei confronti del consigliere Sandro De Angelis che si è limitato soltanto a riportare una segnalazione di un cittadino, senza alcuna volontà diffamatoria. Per il carico di problemi irrisolti che la nostra città si trova ad affrontare, questo episodio rappresenta una tempesta in un bicchier d’acqua. Confido nel fatto che la vicenda possa conoscere al più presto un epilogo giusto e ragionevole”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 784 volte, 1 oggi)