SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Entra Gabriele Cameli esce Massimo Forlì. Importante cambio al vertice del settore turismo della Confindustria sezione di Ascoli Piceno, nella mattinata del 10 aprile infatti il direttivo ha eletto il suo nuovo presidente: si tratta di Gabriele Cameli, albergatore e agente di viaggi ascolano che succede al sambenedettese Massimo Forlì, il cui mandato si interrompe così a tre anni dalla nomina.

Non si tratta di un incarico inedito per l’imprenditore alberghiero visto che, come ricorda lo stesso “ho ricoperto questo prestigioso incarico dal 2006, anno in cui nacque il comparto turistico, fino al 2010” e sempre Cameli prosegue, a proposito del suo “fresco” incarico, ribadendo come “la mia figura di presidente è sì prestigiosa ma comunque secondaria rispetto al lavoro di gruppo che attende tutto il direttivo, visto che siamo chiamati a un compito abbastanza impegnativo ovvero rilanciare il nostro territorio agli occhi dei turisti italiani e non“.

Parole di commiato “al miele” invece per il presidente uscente Massimo Forlì che dichiara di lasciare “con entusiasmo” questo incarico al nuovo/vecchio presidente non prima però di aver ricordato i traguardi raggiunti nel triennio di mandato che lo ha visto a capo della sezione turismo, traguardi che, secondo lo stesso Forlì, si sono districati tra “tre fondamentali direttrici ovvero promozione, rappresentanza e progetti” con quest’ultima voce, ricorda l’ormai ex-presidente, “che ci ha visti impegnati in numerose iniziative, a partire dalla scuola di turismo, in cui sono state coinvolte le classi quarte di molti istituti superiori della provincia, passando per l’evento Eating Piceno, fino ad arrivare ai numerosi corsi d’inglese attivati e rivolti agli operatori turistici.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 516 volte, 1 oggi)