TORTORETO – Un gruppo di volontari della Pro Loco di Tortoreto al lavoro per ripulire da cartacce, polistirolo e rifiuti vari l’area della foce del torrente Salinello, nei pressi del ponte di legno.
L’evento è stato patrocinato anche dalla Poliservice, che ha fornito il kit per la raccolta dei rifiuti e provveduto al ritiro dei sacchi d’immondizia.Tra i tanti rifiuti raccolti, anche una rete per olive e un ombrello. Colloqui cordiali con i pescatori del posto, scambio di opinioni e soprattutto educazione ambientale ed ecologista per i bambini al seguito dei genitori che hanno partecipato con entusiasmo all’iniziativa.

“E’ una di quelle iniziative che la rinnovata Pro Loco di Tortoreto intende portare avanti – ha dichiarato il presidente, Riccardo Facibene – non è possibile che un territorio a vocazione turistica come questo venga imbrattato in questo modo e proprio nei punti più sensibili frequentati da turisti “.

Secondo il direttivo dell’associazione, composto dal segretario Francesca Roccetti, dal vice Daniela Di Salvestre e dai consiglieri Livia Natali, Donato Sardini e Mariella Sguerrini , occorre iniziare seriamente a proporre l’educazione ambientale, a partire dalle scuole, ma anche ai cittadini  che spesso non vengono informati sulla modalità della divisione dei rifiuti in base alla raccolta differenziata che, peraltro, a Tortoreto ha percentuali ottimali.

Tra i volontari anche l’ex sindaco, Domenico Di Matteo. Ha partecipato all’iniziativa anche la Task Force Ambientale e la Biblioteca di Poggio Morello, rappresentate da Francesca Marano. Sul fronte delle iniziative occorre segnalare che domenica 13 aprile la Task Force Ambientale ripulirà la foce del Vibrata, presso l’oasi di protezione della fauna e il Circolo Legambiente Giulianova, Fiab, Nordik Walking e Amici del Parco Annunziata la foce del Tordino. Tutti a ripulire fiumi, i volontari sono avvisati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 498 volte, 1 oggi)