SAN BENEDETTI DEL TRONTO – Si è tenuto giovedì 3 aprile un nuovo vertice tra Amministrazione comunale e CIIP spa sugli interventi per migliorare la funzionalità delle condotte fognarie cittadine. Nella sala Giunta del Municipio si sono riuniti l’assessore ai lavori pubblici Leo Sestri e funzionari del settore Opere Pubbliche, il capogruppo PD in Consiglio comunale Claudio Benigni, il presidente della CIIP Giacinto Alati e i tecnici di CIIP e Ato5.

Si è fatto il punto sulle criticità presentatesi in seguito alle intense piogge della scorsa settimana. Sono in corso di approfondimento le cause degli allagamenti in via Pomezia: la CIIP sta verificando se la problematica possa essere stata creata dai recenti lavori ai sottoservizi propedeutici alla realizzazione del sottopasso di via Pasubio. A proposito dell’Agraria, la CIIP ha confermato che è stato approvato il progetto definitivo per la nuova rete di via Val Tiberina, entro fine mese sarà pronto l’esecutivo e prima dell’estate partiranno i lavori.

Per gli allagamenti di via Enrico Toti, si provvederà alla realizzazione di un nuovo progetto che prevede la creazione di una vasca di raccolta delle acque in grado di servire tutta la zona. Attraverso questa vasca, l’acqua sarà portata sulla condotta principale. Si sta studiando una soluzione analoga per il sottopasso di via Virgilio.

In evidenza anche le criticità emerse in piazza Salvo D’Acquisto. La CIIP sta approfondendo le cause del problema e ritiene che l’intervento più utile da fare è la costruzione di casse di sollevamento che facciano confluire l’acqua nelle condotte principali.

E’ stata aggiudicata la gara per l’intervento nella parte più ad ovest di via Monte Conero dove è presente una grossa ostruzione. L’investimento, di 250.000 euro, sarà avviato entro 15 – 20 giorni. L’altro intervento utile a mitigare la situazione su via Monte Conero, quello della realizzazione di una vasca di raccolta in prossimità di viale dello Sport e relativa condotta, è fermo a causa delle difficoltà finanziarie della ditta esecutrice dei lavori: la CIIP assicura che entro tre mesi l’attività ripartirà in quanto sono stati ordinati i materiali necessari per completare l’opera.

Nell’ultimo episodio di maltempo il sottopasso di via Voltattorni è stato chiuso in via precauzionale per 30 minuti, più per evitare “l’effetto onda” a danno di persone e attività commerciali che per pericoli veri e propri per gli automobilisti: la CIIP reputa comunque che sia un sottopasso da tenere sotto controllo e ha garantito la presenza di proprio personale ad ogni allerta meteo.

E ancora: l’11 aprile si conoscerà la ditta che effettuerà i lavori in via Sicilia e via Sardegna, intervento necessario a completare il progetto di sistemazione delle acque provenienti dalla zona collinare che poi si riversano in piazza Kolbe, via Monte San Michele e viale De Gasperi.

Entro la prossima settimana si definirà il conflitto tra CIIP e impresa che sta effettuando i lavori nelle piazze Garibaldi e San Giovanni Battista: l’azienda ha assicurato che, qualora il contrasto si rivelasse insanabile, ne assumerà direttamente la responsabilità.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 331 volte, 1 oggi)