SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La luna di miele è durata poco più di un mese. Tra il segretario regionale del Pd Francesco Comi e il comitato Adesso San Benedetto è infatti sceso il gelo.

Lo strappo risale a domenica 30 marzo, quando Comi ha deciso di escludere la delegazione renziana rivierasca dalla direzione regionale. Comportamento che ha spinto a sua volta il Comitato a rifiutare la delega alla Commissione di Garanzia e quella all’internazionalizzazione, offerta a Fabio Urbinati. “Noi cerchiamo ruoli a garanzia del rinnovamento, non poltrone di compensazione, ha commentato l’assessore.

La solidarietà ad Adesso San Benedetto è comunque giunta dal coordinamento marchigiano dei Comitati. “Su proposta del nuovo segretario regionale e’ stata eletta la nuova direzione regionale del Pd. Vi sono presenti alcuni componenti che partecipano all’attività delle Associazioni Adesso ma altri, pur rappresentativi dei territori, sono rimasti inopinatamente esclusi. Il segretario si e’ già dimenticato del loro contributo di idee e l’impegno per coinvolgere al voto congressuale iscritti e non iscritti? Recuperare chi non ha partecipato attivamente al Congresso e’ un obiettivo condivisibile ma non può andare a scapito della rappresentanza di chi non ha accolto l’indecente invito a non partecipare al Congresso e si e’ invece impegnato seriamente. Non abbiamo cominciato bene. Ora serve comunque definire la strategia per le elezioni regionali”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 440 volte, 1 oggi)