SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nuovo viaggio stavolta intercontinentale per il sindaco di San Benedetto Giovanni Gaspari: di recente è volato nell’Estremo Oriente, accompagnando quello che due anni fa era il suo obiettivo polemico, il presidente della Regione Gian Mario Spacca. Oggi invece è l’unico sindaco marchigiano che lo accompagna nei voli che superano terre e valli distanti.

Paga l‘Enit (Ente Nazionale Italiano del Turismo), quindi che ce frega? No, perché il sindaco comunque ha rappresentato una comunità.

Ma il sindaco non è solo il rappresentante di una comunità, ma anche una sorta di delegato pubblico. Quindi occorrerà, ovviamente, che dettagli gli obiettivi raggiunti da questo viaggio. Se fosse il dipendente di una società privata, nella sua valigetta sarebbero stati ben presenti i dati di partenza e gli obiettivi da raggiungere a fronte di un impegno di spesa comunque notevole (i soldi all’Enit li pagano ovviamente gli italiani: per cui, specie se vengono spesi all’estero e quindi espulsi dal circuito nazionale, vanno rendicontati con tanto di obiettivi da raggiungere, se raggiunti).

Ovviamente si fa fatica a capire come San Benedetto possa interagire con nazioni tanto distanti; e già sarebbe faticoso comprenderlo per le sole Marche. Anche se siamo certi che ci sarà modo per testimoniare puntualmente quanto si è seminato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 676 volte, 1 oggi)