ANCONA – “Strumentalizzazioni politiche, polemiche inutili, sterili e improduttive che portano solo danno all’immagine della nostra regione”. L’assessore regionale Paola Giorgi risponde a Bruno Gabrielli, critico sulle attuali condizioni dell’Aeroporto di Falconara, in termini di traffico di passeggeri.

“Il capogruppo del Pdl di San Benedetto – precisa la Giorgi – prima di attaccare avrebbe almeno dovuto ‘leggere e analizzare’ i dati del turismo marchigiano, il piano di promozione e chiaramente anche tutta l’attività promozionale che nel 2013 ha svolto la Regione mantenendo un trend positivo di presenze di stranieri, ottimo rispetto ad altre regioni italiane e anche al dato medio della stessa Italia che al contrario ha registrato segni meno. I visitatori stranieri hanno letteralmente invaso le Marche”.

Prosegue l’assessore: “Se Gabrielli avesse chiesto i dati agli uffici regionali del turismo avrebbe un’idea diversa e positiva dell’andamento  che è sicuramente collegato ai dati e arrivi dell’aeroporto dorico, ma non solo. Va ricordato anche che lo stesso aeroporto è considerato strategico per il turismo ma anche per le merci. Dovrebbe sapere, che da novembre l’Aerdorica ha un nuovo management che proprio mercoledì ha approvato il nuovo piano industriale che ha tre obiettivi: lo sviluppo del traffico passeggeri con l’apertura di nuovi voli e creazione di nuovi Hub internazionale; il rilancio del cargo; lo sviluppo della attività non avio. Il piano industriale è stato apprezzato da diversi interlocutori nazionali ed internazionali che sono interessati a investire nello stesso aeroporto dorico. Voglio poi puntualizzare quanto denuncia Gabrielli sull’aeroporto, secondo cui il valore societario viene stimato di 28 milioni di euro ma da una stima fatta da esperti esterni risulta di almeno il doppio. La spesa corrente del 2013 viene riportata in 7 milioni di euro e a noi risulta di almeno il doppio; la definizione di “spesa corrente” va chiarita: il nostro dato si riferisce alla definizione civilistica (ex art.2425 c.c.) di “costo della produzione”; si deve tener presente che nel budget 2014 questa voce si riduce considerevolmente. Nel 2013 siamo al 28° posto per traffico passeggeri ma all’ottavo per traffico aereo totale comprensivo del traffico merci”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 256 volte, 1 oggi)