SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Fiorello a San Benedetto per tre giorni. La trattativa, condotta in gran segreto, si è stoppata improvvisamente lo scorso 3 marzo, giorno dell’incidente stradale che ha visto coinvolto lo showman siciliano.

L’opportunità, offerta al Comune da un’agenzia di spettacolo del territorio, è rimasta sul tavolo della segreteria del sindaco per diversi giorni. Il documento conteneva la richiesta di concessione d’uso del Palariviera per le serate del 30 e 31 maggio e del 1° giugno.

Al primo appuntamento riservato alle prove generali avrebbe fatto seguito lo spettacolo vero e proprio, denominato “Fuori Programma”. L’evento avrebbe ospitato nuove gag e personaggi in una formula minimal, con una scaletta dominata dall’improvvisazione e dai personaggi già protagonisti di “EdicolaFiore”, programma in onda sul web e su Radio 2.

Fiorello è ancora convalescente e lo staff ha immediatamente provveduto ad annullare il tour, che sarebbe dovuto partire il 16 marzo a Novara. Cancellate pure le due date di Ascoli del primo e 2 maggio.

Nonostante la tappa al Ventidio Basso sia stata azzerata a causa dell’infortunio dell’artista, dagli uffici comunali fanno sapere che una possibile performance in Riviera sarebbe stata certamente alternativa a quella nel capoluogo piceno.

Per questo motivo, qualora “Fuori Programma” dovesse riprendere quota, San Benedetto si candiderebbe nuovamente ad accogliere Fiorello, che nell’ottobre del 2011 scelse il Teatro Concordia per il ‘collaudo’ de “Il più grande spettacolo dopo il weekend”, trasmissione campione d’ascolti su Raiuno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 822 volte, 1 oggi)