Il video sarà visualizzabile anche nei notiziari di Super J, canale 603 nelle Marche e Val Vibrata e 634 in Abruzzo. Riprese e montaggio di Arianna Cameli, servizio di Massimo Falcioni.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dati negativi per l’Aeroporto di Ancona. Dei 39 scali nazionali, come traffico passeggeri quello di Falconara si posiziona solo al 28esimo posto.

Una classifica figla di numeri recenti tutt’altro che soddisfacenti. Nel 2013 la flessione è stata del 10,8% rispetto all’anno prima, mentre nel gennaio scorso si è registrato addirittura un -30,9%. Senza dimenticare la resa legata ai viaggiatori internazionali, diminuiti dodici mesi fa del 15,2.

Le cifre, rese note dall’Assaeroporti, sono state raccolte dal Popolo della Libertà sambenedettese, che si domanda quali benefici tangibili possa portare al territorio la missione di Gian Mario Spacca in Oriente. Il Raffaello Sanzio è gestito dall’Aerdorica, controllata a sua volta per l’80% dalla stessa Regione Marche. “I possibili turisti di Corea del Sud e Giappone non verrebbero in auto”, osserva Bruno Gabrielli. “Non comprendo inoltre la funzionalità della presenza del sindaco Gaspari. Dubito sia andato là a chiudere dei contratti con gli operatori. Le energie andrebbero spese per le problematiche della città”.

A dicembre, l’Aeroporto di Ancona ha toccato i 37 milioni di indebitamento, a fronte di 28 milioni di valore societario (fonte Sole24ore). “Anziché andare in Corea non mi sposterei da Palazzo Raffaello – prosegue Gabrielli – non credo che queste iniziative si tramuteranno in un boom per il nostro turismo”.

La trasferta di Gaspari verrà pagata dall’Enit. Quello sambenedettese è l’unico sindaco della regione presente. L’invito gli è stato rivolto da Spacca, che ha coinvolto pure la Camera di Commercio di Pesaro ed il Consorzio Turistico Marche Meraviglia. “Ci sembra strano che sia l’unico sindaco presente. Forse i colleghi avevano altre priorità in agenda”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 446 volte, 1 oggi)