SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Con una nota tanto chiara quanto dura il comitato di Quartiere San Filippo Neri ha messo a conoscenza tutti i residenti del tentativo di destabilizzare gli attuali dirigenti, presidente compreso, con la gravissima complicità di un organo di informazione. Reo di aver divulgato una “notizia senza fondamento, ridicola e grottesca”. In effetti il presidente Pompili (nella foto in piedi sulla sinistra) e i componenti il direttivo hanno più volte lamentato l’assenza di provvedimenti, specialmente in via Marsala,  adducendo giuste motivazioni legate alla pericolosità di alcuni tratti stradali. Se non si è fatto nulla la colpa è dei vari assessori  alla viabilità che, da perfetti politici moderni, hanno sempre fatto ‘promesse da marinaio’. Per il bene della stampa e per la sua credibilità mi auguro che il Direttore del quotidiano anconetano, il sambenedettese Paolo Traini, prenda visione dei fatti per rendersi conto dei motivi alla radice di quanto accaduto.  E, se necessario, risponda con chiarezza alle accuse del Comitato.

Questo il testo della lettera:

A tutti i residenti del Quartiere San Filippo Neri

 Il Comitato di Quartiere San Filippo Neri è vivo e vegeto, e nel pieno rispetto del suo ruolo e della sua funzione ha continuato da sempre e continua tutt’ora a sottoporre alle Amministrazioni competenti le esigenze e le problematiche del proprio quartiere.

Negli articoli apparsi in questo ultimo mese sul Corriere Adriatico a firma di Emidio Lattanzi, nei quali si afferma che “il Comitato di Quartiere è decimato dalle dimissioni dei suoi componenti”, si divulga una notizia completamente falsa e ridicola, priva di qualsiasi reale fondamento e grottesca.

Siffatti articoli hanno avuto come unico risultato quello di disinformare il cittadino residente, fomentando confusione, preoccupazione e sgomento.

Come mai il sig. Lattanzi non ha mai interpellato i vertici del Comitato per verificare la veridicità di una tal notizia, come usualmente fanno tutti gli altri suoi colleghi? Come mai giunge ad affermare che il Comitato “è reo di non aver mai pubblicamente denunciato lo stato di pericolosità di alcune strade del quartiere”….. “una resa alle volontà che piovono dall’alto”?

E’ un peccato che il sig. Lattanzi si sia perso ben otto anni di vita di questo Comitato, delle sue iniziative, delle sue progettualità, le numerose Assemblee pubbliche, i suoi comunicati stampa. Forse è stato assente in questi anni? Oppure è solito leggere solo i suoi articoli, ignorando completamente quelli dei suoi colleghi?

O forse la verità è un’altra. A chi conviene la diffusione di simili notizie. Chi può avere interesse e tornaconto che il Comitato di Quartiere San Filippo Neri sparisca e non ci sia più, che non faccia più sentire la sua voce che ha sempre e solo levato per difendere l’interesse comune con l’obiettivo di migliorare la sicurezza, la qualità della vita e la vivibilità del proprio quartiere?

San Benedetto del Tronto 25/03/2014

Comitato di Quartiere San Filippo Neri

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 581 volte, 1 oggi)