SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo il preavviso del 20 marzo, un funzionario dell’Enel ha provveduto a interrompere l’erogazione dell’energia elettrica, il 24 marzo, al centro sportivo “Sabatino D’Angelo” in via Val Cuvia. Escluse dall’interruzione la palestra vicina e la tensostruttura della ginnastica artistica (gli oneri sono a carico dell’amministrazione comunale).

Tutto ciò perché l’Agraria Club non ha pagato le utenze a carico del concessionario di gestione del centro. L’articolo 9 del capitolato speciale oneri rileva nella procedura pubblica che l’utenza per la fornitura di energia elettrica dell’impianto d’illuminazione esterno è a carico del concessionario di gestione che si obbliga, espressamente, a mettere in atto ogni intervento o strumento possibile, sia di ordine tecnico sia il profilo delle verifiche della sorveglianza e controllo per un contenimento e una razionalizzazione delle spese energetiche.

Questo non è stato rispettato dall’Agraria Club e di conseguenza è avvenuto il “taglio”. Le domande che ora molti si pongono, sono il perché ciò non è stato rispettato e chi pagherà il consumo dell’energia consumata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.862 volte, 1 oggi)