SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Con il pareggio in casa dell’Aurora Treia i ragazzi di Filippini hanno conquistato una meritatissima promozione nell’Eccellenza Marche, serie che non aveva mai raggiunto nella sua lunga storia. Un risultato clamoroso perchè nelle sue due rpecedenti presenze in promozione era sempre retrocesso con un grande margine di distacco dalla penultima. Ha ora 12 punti  sul Monticelli mentre restano a disposizione nove punti nelle restanti tre gare. Anche se agli ascolani venisse accettato il ricorso per la gara persa a tavolino, non potrebbe mai raggiungere il Porto d’Ascoli che può vantare i migliori risultati nei confronti diretti. Quindi il dado è tratto ora ai biancazzurri si presenta un’avventura nuova di zecca ma con un assetto di squadra affiatato e ben diretto dal tecnico Filippini.

Risultato conseguito senza aver mai perso una gara, come pochissime altre squadre italiane. Raggiunge quindi la Samb che però già da stasera potrebbe distaccarla di nuovo conquistando contro la Monturanese e in concidenza di una non vittoria del Castelfidardo, il ritorno in serie D. Mai però nella storia del calcio sambenedettese le due società avevano militato in serie così ravvicinate. I dirigenti del Porto d’Ascoli hanno portato a termine un progetto iniziato due anni ma non sappiamo se può considerarsi concluso.

Il nostro augurio è che raggiunga nel prossima anno la Samb che, a sua volta, la staccherà di nuovo con la promozione dei rossoblu in quella serie che è il suo habitat naturale insieme alla serie cadetta dove ha militato per 21 anni.

Questo il tabellino della gara di Treia che oggi interessa poco, da sottolineare il fatto che il Porto d’Ascoli ha rischiato l’imbattibilità raggiungendo il pareggio a sei minuti dalla fine con Angelini. Traguardo importante anche per il centravanti Cacciatori, ascolano ma residente a Cupra Marittima, che ha raggiunto la seconda promozione nella stessa città con due formazioni diverse, la prima con la Samb di Colantuono dalla C2 alla C1 nel 2002-2003.

AURORA TREIA: Butteri, Cervigni, Piolo, Trobbiani, Carnevali, Tartari, Gasparrini (36’ st  Chornopyshchuk), Pandolfi, Fraticelli (45’ st Spurio), Xhafa (14’ pt Gentiletti), Tamburrini. A disp.: Catinari, Renzi, Pascucci, Francioni. All.: Giuliano Fondati

PORTO D’ASCOLI: Daniele Capriotti, Cafini, Errico, Angelini, Grassetti, Oddi, Leopardi, Biancucci (34’ st Pelliccioni), Cacciatori, Di Lorenzo, Capriotti (14’ st Schiavi). A disp.: Piunti, Virgili, Troiani, Cipolloni, Tarli. All.: Stefano Filippini ARBITRO: Oriferi di Fermo

I gol: 26’ st (rigore) Tamburrini, 39’ st Angelini

Spettatori 200. Amm.: Gentiletti, Grassetti, Oddi. Calci d’angolo 4-2.

A fine gara il tecnico Filippini ha ringraziato società e squadra per la serietà e la dedizione ai colori biancazzurri dimostrata negli ultimi due campionati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 978 volte, 1 oggi)