MONTEPRANDONE – Riqualificazione del centro storico monteprandonese e apertura del Punto informativo turistico, non un semplice luogo di informazione ma un “country store”, come annuncia il sindaco di Monteprandone Stefano Stracci.

Queste le novità che riguardano il borgo cittadino, all’interno dell’insieme di iniziative di “Monteprandone più”, come ad esempio il wi fi libero, l’App My Monteprandone. Stavolta meno tecnologia e più tangibilità: si tratta di un nuovo arredo urbano per via Leopardi e dell’inaugurazione dei due ascensori che collegano il parcheggio “Campo della Fiera” con Piazza dell’Aquila, che verranno inaugurate sabato 22 marzo alle ore 17. E poi, a pochi metri di distanza dalla piazza, il nuovo “Country Store” che sarà gestito dalla Pro loco e che, tra le altre mansioni, sarà anche un punto di riferimento per il commercio di prodotti artigianali e le tipicità enogastronomiche.

Si tratta di una serie di interventi per complessivi 355 mila euro, così ripartiti: 70 mila per la riqualificazione del boschetto e via Leopardi, con un costo di 18 mila euro per il Comune, 12 mila per la Provincia e un finanziamento di 40 mila euro da parte del Bim Tronto, mentre per gli ascensori la spesa è stata di 285 mila euro si cui 150 da fondi europei tramite la Regione Marche.

“Questo è un insieme di opere che consentono davvero al centro storico di evolvere in maniera positiva – dichiara l’assessore al Patrimonio Sergio Loggi, mentre il collega al Turismo Pacifico Malavolta ricorda come “il Punto informativo turistico sarà qualcosa in più dei semplici punti di informazione turistica ai quali siamo stati abituati: realizzeremo un luogo di accoglienza, una vetrina delle specificità locali”.

A gestire il Punto informativo turistico sarà la Pro Loco di Monteprandone, che attraverso il suo presidente Bruno Giobbi esprime soddisfazione: “Avevamo chiesto due anni fa all’amministrazione un’opera in questo senso, e siamo stati accontentati”. Lo spazio, ricavato dalla sede della Pro Loco, è stato realizzato dagli architetti dello studio Piquattropunto, i quali si sono richiamati, oltre che all’architettura tipica del centro storico, anche alle tonalità riprese dai dipinti che richiamano San Giacomo della Marca.

“Vogliamo caratterizzare, come da sempre si è cercato, Monteprandone dal punto di vista turistico come luogo ad alta spiritualità – ha spiegato il sindaco Stefano Stracci – in modo da garantire un’offerta aggiuntiva sia al turismo della costa che a quello delle città d’arte”.

Così la visita al centro storico si può sviluppare in un percorso di almeno tre ore: dal museo dei Codici di San Giacomo, il museo di Arte Sacra, e poi il percorso storico e artistico dei vicoli e delle chiese del centro.

Di seguito ulteriori dettagli tecnici.

L’IMPIANTO DI RISALITA Sabato 22 marzo alle 17, prima dell’inaugurazione del “country store”, sarà ufficialmente aperto anche l’impianto di risalita meccanizzata al centro storico. Si tratta di due ascensori, uno che collega il parcheggio “Campo della Fiera” a via Leopardi, l’altro che collega via Leopardi a piazza dell’Aquila, cuore del borgo antico.

Dall’architettura pienamente compatibile con il centro storico, l’impianto rende la parte antica del paese raggiungibile in modo facile e comodo. Un modo, dunque, per facilitare anche i tanti anziani che vi risiedono.

Il parcheggio “Campo della Fiera”, punto di inizio dell’impianto di risalita, attualmente dispone di 40 posti auto. Predisposto per avere due ulteriori piani, a fine lavori avrà circa 80 posti auto, prevedibilmente entro la primavera del 2015.

VIA LEOPARDI Con il progetto architettonico di Paola Amabili, l’importante strada del centro storico è stata abbellita con un nuovo arredo urbano, una pista ciclopedonale ed aree verdi che la rendono uno spazio più bello e fruibile per tutti, dagli anziani alle famiglie con bambini, dai residenti ai visitatori. Anche per via Leopardi, l’inaugurazione è prevista per sabato 22 marzo.

 

 

 

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 972 volte, 1 oggi)