SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Il pernottamento negli alberghi di San Benedetto potrebbe essere una condizione da usare in vista dell’accordo con la Rcs per la Tirreno-Adriatico del 2015”. L’invito all’amministrazione comunale è giunto  dalle associazioni di categoria del settore turistico, nel corso del confronto svoltosi nel pomeriggio di martedì.

Su tredici hotel coinvolti per l’ultima tappa della gara ciclistica, solo cinque sono stati scelti a San Benedetto. Gli altri atleti hanno preferito pernottare a Grottammare, a Colli del Tronto, nel fermano o nel vicino Abruzzo. “Ma se non hai anche il servizio di cucina attivo non vale la pena aprire la struttura”, fa notare il presidente dell’Assoalbergatori, Gaetano Sorge. “Diverso è invece il discorso per la convegnistica. Spesso queste manifestazioni vengono organizzate in primavera inoltrata o ad inizio autunno. In ogni caso, quando si tengono in inverno non c’è la richiesta per la pensione completa”.

Al tavolo si è discusso pure della presenza della Riviera delle Palme alla Fiera internazionale del Turismo “Leto” in programma ad Ekaterinburg il 4 e 5 aprile prossimi. Grazie all’ultima missione di fine febbraio, organizzata dalla Regione e alla quale ha partecipato anche il Comune di San Benedetto, si sono consolidati i rapporti tra la Camera di Commercio della Regione degli Urali e quelle di Ascoli Piceno e di Pesaro, tanto che queste ultime hanno già opzionato uno stand all’interno della Fiera.

Pertanto, i tour operator locali, intenzionati a vendere il prodotto turistico della Riviera e percorrere la strada già aperta da Regione e Comune, potranno avvalersi del supporto e dello spazio gestito dalle due Camere di Commercio marchigiane. “Oltre all’informativa sul prossimo appuntamento ad Ekaterinburg – ha dichiarato l’assessore Margherita Sorge – si è avviato un primo confronto sulle prospettive e le opportunità che il nostro territorio potrebbe cogliere in occasione dell’Expo di Milano 2015”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 512 volte, 1 oggi)