GROTTAMMARE – Sabato 22 marzo è la volta del classico teatro amatoriale napoletano, che sarà protagonista al Kursaal di Grottammare.

In scena la Compagnia Liberi Teatranti di Cupramarittima con lo spettacolo “Come si rapina una banca” di Samy Fayad. La compagnia è nata nel 1989 in una serata d’agosto nella sede della Pro-Loco, per merito di Severino Trionfante che, in 25 anni di lavoro assiduo, è riuscito a coinvolgere pubblico ed istituzioni non solo marchigiane. Il Teatro napoletano è stata la grande passione di Severino e il filo conduttore della Compagnia che debutto nel 1990 proprio con ”Il Figlio di Pulcinella” di Eduardo De Filippo, ricevendo consensi e premi.

La trama: lo spettacolo è ambientato nei primi anni ’60, in una Napoli già invasa dal boom edilizio. Il benessere non sembra, però, sfiorare minimamente Agostino Capace che vive, emarginato con tutta la famiglia, in una delle ultime baracche della città. Agostino è un puro, un sognatore e, quindi, un inventore. Egli decide, così, di mettere le proprie invenzioni al servizio dei diseredati, dei deboli, ma in modo che il profitto per l’inventore sia minimo, mentre il vantaggio per i bisognosi enorme. Ogni invenzione o ricerca che si rispetti, però, va finanziata.

Agostino non si perde d’animo e, facendo ricorso alle sue intuizioni, per racimolare il capitale, riesce ad entrare nottetempo in una banca con l’intera famiglia per una improbabile rapina. La rapina riesce ed i nostro sembrano raggiungere la tanto agognata felicità. Ma, a Napoli, si sa, un gatto nero è più forte del destino e può compromettere ogni cosa. Attraverso un finale a sorpresa carico di suspense e di humour, Agostino e famiglia non si approprieranno dell’ingente bottino ma, per altre vie, raggiungeranno quella tranquillità che nella vita non viene mai negata ai giusti ad agli onesti…

Un appuntamento imperdibile per gli appassionati del genere; curiosità che si può ingannare spulciando ad esempio il canale youtube che la compagnia ha caricato al seguente

Info e prevendita r/o merceria il Cigno di Grottammare 3356234568.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 319 volte, 1 oggi)