SAN BENEDETTO DEL TRONTO-La 27a Giornata (10a di ritorno) di Serie D Girone F è andata in archivio con 8 successi (di cui 1 a tavolino, 5 esterni) ed un solo pareggio (a reti bianche); 18 (di cui 3 a tavolino e 15 effettive sul campo) le reti messe a segno in questo 27° turno.
La gara di Bojano non si è disputata in quanto la squadra di casa alle prese con i noti problemi societari, visto la presenza dell’ispettore di Lega, inviato sul posto per incassare un assegno da circa 27.000 euro relativo a debiti pregressi (multe ecc.) accumulati dal club molisano nei confronti della Figc non è scesa in campo . E così la capolista Ancona vince a tavolino. Mentre i bojanesi matematicamente retrocessi, avranno un altro punto di penalizzazione, scendendo da 2 ad un punto. Ed alla prossima rinuncia (la quarta) verranno radiati e dunque estromessi definitivamente dal campionato che stanno falsando.
Ancona (al 14° risultato utile consecutivo, 2° successo di fila) vince come detto sopra a tavolino sul campo del fanalino di coda Bojano (al 25° ko consecutivo) mantenendo il +8 sul Termoli (al 5° successo consecutivo) che ha espugnato di misura il terreno del Celano (che era reduce da 13 risultati utili consecutivi).

RISULTATI E MARCATORI DELLA 27A GIORNATA (10A DI RITORNO) SERIE D GIRONE F DI DOMENICA 16 MARZO 2014:
Amiternina-Maceratese 0-2 (87’Cavaliere, 91’Perfetti)
Bojano-Ancona 1905 (Gara non disputata in quanto i locali alle prese con le note problematiche societarie , vista la presenza dell’ispettore di Lega, inviato sul posto per incassare un assegno da circa 27.000 euro relativo a debiti pregressi accumulati dal club molisano, non si sono presentati in campo come era successo anche nei match sempre interni dell’11a giornata col Giulianova e della 25a contro il Sulmona) 0-3 a tavolino
Celano Marsica-Termoli 1-2 (7´Palumbo, 60´Aquaro [C.M.], 77´Mandorino. Al 71′ gara interrotta per 10 minuti per un infortunio all’arbitro)
Civitanovese-Fermana 0-0
Jesina-Sulmona 2-0 (77’Marco Strappini, 91’Michael Traini)
Matelica-Isernia 1-0 (93’Gadda. Al 72′ espulso Fontana Dell’Isernia per doppia ammonizione. In un acceso dopo gara al rientro negli spogliatoi, in un parapiglia generale, il tecnico dell’Isernia Califano avrebbe a quanto pare aggredito il giocatore del Matelica Scartozzi che non ha disputato la partita in quanto infortunato ma era comunque presente. Sono dovuti intervenire i carabinieri ed i sanitari del 118. E per l’ex centrocampista della Samb è stato necessario il ricovero in ospedale)
Olympia Agnonese-Giulianova 2-0 (15′ Di Benedetto, 77’Stefano Mancini. Al 15′ Vittorio Esposito dell’Agnonese ha fallito un rigore, parato dall’estremo ospite Melillo, ma sulla ribattuta il già citato Di Benedetto correggeva in rete. Dopo la fine del primo tempo, all’intervallo è stato espulso Del Grosso del Giulianova reo di aver colpito con una manata al volto Litterio dell’Agnonese)
Renato Curi Angolana -Alma Juventus Fano 0-1 (55’Shiba)
Vis Pesaro-Recanatese 1-3 (39′ Sebastianelli, 73’Narducci, 78′ Di Carlo [V.P.], 93′ Palmieri. Espulsi: al 76’Pangrazi della Vis per doppia ammonizione ed il tecnico della Vis Magi per proteste e frasi offensive all’indirizzo dei giocatori della squadra avversaria ed al 90’Piraccini della Recanatese per doppia ammonizione)

CLASSIFICA : Ancona 1905 * 61, Termoli 53, Matelica 51, Maceratese 49, Vis Pesaro 43, Giulianova 41, Jesina 38, Civitanovese, Fermana e Sulmona 36, Alma Juventus Fano e Celano Marsica 35, Olympia Agnonese 33, Recanatese 32, Amiternina 29, Renato Curi Angolana 21, Isernia *19, Bojano * * ^ 2 .
In neretto la squadra in testa alla classifica
* *= 2 (1+1) punti di penalizzazione: Bojano per non essersi presentato in campo nei match interni (persi poi a tavolino) dell’11a giornata contro il Giulianova e della 25a contro il Sulmona. Alla quarta rinuncia a giocare sarà da regolamento estromesso dal campionato in corso.
*=un punto di penalizzazione : Ancona per la nota vicenda (della scorsa stagione) Luca Bellucci ed Isernia per non essersi presentato in campo nel match interno (perso poi a tavolino) dell’8a giornata contro la Civitanovese.
^= retrocesso matematicamente in Eccellenza con 7 giornate d’anticipo.

Mancano 7 giornate al termine ma se fosse finito oggi il campionato sarebbe così:
Ancona promossa in Lega Pro (Serie C riunificata).
Semifinali Play Off in gara unica in casa della meglio classificata nella Regular Season: visto il distacco pari a 10 punti in classifica non ci sarebbe semifinale tra la 2a e la 5a (Termoli-Vis Pesaro) ma il Termoli approderebbe direttamente alla finale in gara unica. Mentre si disputerebbe la semifinale tra la 3a e la 4a: Matelica-Maceratese.
Play Out in gara unica in casa della meglio classificata nella Regular Season: Recanatese -Amiternina. Visto il distacco superiore a 10 punti tra la 13a e la 16a , l’Agnonese invece sarebbe salva e si disputerebbe dunque un solo spareggio.
Renato Curi Angolana, Isernia e Bojano direttamente retrocesse in Eccellenza.

PROSSIMO TURNO, 28a Giornata (11a di ritorno) di domenica 23 marzo 2014 ore 14:30:
Alma Juventus Fano -Vis Pesaro (All’andata 1-1)
Celano Marsica-Renato Curi Angolana (0-0)
Fermana-Olympia Agnonese (1-1)
Isernia-Amiternina (1-3)
Giulianova-Bojano (3-0 a tavolino)
Maceratese-Ancona 1905 (0-0)
Recanatese-Jesina (0-1)
Sulmona-Civitanovese (3-2)
Termoli-Matelica (3-2)

CLASSIFICA MARCATORI:
In testa alla classifica cannonieri c’è: Cristian Cacciatore del Matelica con 19 reti (di cui 4 su rigore).

Alle sue spalle troviamo: Simone Miani del Termoli con 17 gol all’attivo.

Completano attuale podio Aquaro del Celano Marsica , Berardi della Jesina, Costantino della Vis Pesaro e Panico (1 con la maglia del Bojano e 12 con quella dell’Isernia) con 13 centri a testa.

Seguono poi: Giorgio Galli della Recanatese, Roberto Palumbo del Termoli e Tavares dell’Ancona 1905 con 11 centri a testa.

Quindi troviamo Bondi dell’Ancona 1905 con 10 gol .

Poi seguono : Alex Ambrosini, Cavaliere ed Alessandro Gabrielloni della Maceratese, Ceccarelli del Sulmona, Cognigni del Matelica, Palmieri della Recanatese, Stefanelli del Fano, Torbidone dell’Amiternina e Vittorio Esposito (5 con la maglia del Giulianova e 4 con quella dell’Agnonese) con 9 centri a testa.

Poi ci sono: Lucasz Lenart dell’Amiternina e Cristian Pazzi (6 con la maglia della Civitanovese e 2 con quella dell’Ancona) con 8 reti ciascuno.

Alle loro spalle troviamo: Broso del Giulianova, Bugaro della Vis Pesaro, Massimo D’Angelo del Sulmona, Degano e Sivilla dell’Ancona 1905 , Jachetta del Matelica, Nohman della Recanatese e Pedalino dell’Amiternina con 7 centri a testa.

Quindi troviamo: Bartolini e Negro della Fermana, Dos Santos del Giulianova, Francia della Renato Curi Angolana e Michael Traini della Jesina con 6 gol a testa.

Alle loro spalle ci sono: Api del Matelica, Borrelli e Ruffini della Maceratese , Nicola Cardinali della Jesina, Di Benedetto e Ricamato dell’Olympia Agnonese, Genchi e La Rosa del Termoli, Mercogliano del Celano Marsica e Giacomo Ridolfi della Vis Pesaro con 5 centri ciascuno.

A seguire: Antonioni, Cicino e Nodari del Fano, Berretti e Gennaro Sorrentino del Giulianova, Giovanni Dominici della Vis Pesaro, Isotti della Renato Curi Angolana, Stefano Mancini e Pettrone dell’Olympia Agnonese, Misin e Paris della Fermana, Proietti del Sulmona, Santoro del Termoli, Marco Strappini della Jesina e Marcos Bolzan (3 con la maglia della Civitanovese ed una con quella del Celano Marsica) con 4 reti a testa.

Quindi troviamo: Bianchi, Chicco e Cusaro della Vis Pesaro, Biso dell’Ancona 1905, Cianni della Recanatese, Dema del Celano Marsica, Di Mercurio e Stefano Mandorino del Termoli, Forgione e Scandurra della Civitanovese, Keita dell’Olympia Agnonese, Marinucci Palermo e Savini della Fermana, Maschio del Giulianova, Moretti del Matelica, Pagliuca della Renato Curi Angolana, Pierandrei della Jesina, Alfredo Romano della Maceratese e Mattia Santoni (2 con la maglia della Fermana ed 1 con quella della Maceratese) con 3 gol ciascuno.

A seguire: Belkaid ed Orta della Maceratese, Luca Bellucci e D’Errico della Fermana, Brack , Di Berardino e Pellegrino del Sulmona, Capparuccia, Morbidelli e Pizzi dell’Ancona 1905, Cristiano Colella della Renato Curi Angolana, Cremona , Di Carlo ed Alberto Torelli della Vis Pesaro, D’Ancona della Civitanovese, De Matteo ed Evacuo del Bojano, Ibojo del Termoli, Lancia , Marfia (poi passato all’Ancona) e Rea del Celano Marsica, Dawid Lenart dell’Amiternina, Patrizi e Sebastianelli della Recanatese, Pifano del’Olympia Agnonese, Riccardi e Tufano dell’Isernia, Leonardo Rossini della Jesina, Scotini e Staffolani del Matelica, Shiba del Fano, Marangon (una con la maglia del Sulmona ed una con quella dell’Isernia), Morante (una con la maglia dell’Olympia Agnonese ed una con quella della Civitanovese) , Tarantino (una con la maglia della Civitanovese ed una con quella del Celano Marsica), Valdes (una con la maglia del Celano Marsica ed una con quella della Civitanovese) e Zivkov (una con la maglia della Civitanovese ed una con quella della Fermana) con 2 reti a testa.

Seguono: Michele Alessandrini, Carnevali, Mbaye, Alessandro Rossi e Marco Sassaroli della Jesina, Ambrosino, Calvanese, Capoano e Spezzaferro del Bojano, Basso, Forò, Fusaro, Todino e Viteritti del Termoli, Benfatto, Francesco Donzelli, Lattanzi , Perfetti e Sparacello della Maceratese, Bianchini, Catalano, Fantini e Stornelli del Giulianova, Boateng, Coccia, Comotto, Sako e Trillini della Civitanovese, Bocchino, Vittorio Mariani, Peveri, Terriaca e Valente dell’Amiternina , Bongermino, Cancelli, De Matteis, Di Camillo, Lib Alizadeh, Marotta, Sborgia e Vespa della Renato Curi Angolana, Bordoni, Cirina, Di Ciccio , Magaddino e Spadari del Sulmona, Bracci, Fabbri, Fatica, Lunardini, Muratori, Provenzano, Mattia Sassaroli e Torta del Fano, Calabrese, Fuschi, Granaiola e Marco Mancini del Celano Marsica, Colasante e Manocchia dell’Isernia, D’Alessandro, Di Dio e Gelonese dell’Ancona 1905 , Di Iulio , Garcia, Franco Gigli, Moriconi e Narducci della Recanatese, Eugenio Dominici, Andrea Omiccioli, Niccolò Rossi e Giorgio Torelli della Vis Pesaro, Andrea Fabiani, Labriola, Francesco Mariani , Alex Marco Marini , Ragatzu ed Antonio Romano della Fermana, Famiano, Orlando, Partipilo e Wade dell’Olympia Agnonese e Gadda, Gilardi, Lazzoni e Riccardo Martini del Matelica , tutti con un gol a testa all’attivo.

Autoreti:Ancona (Bojano) pro Renato Curi Angolana, Barilaro (Ancona 1905) pro Renato Curi Angolana, Cacioli (Ancona 1905) pro Amiternina, Di Francia (Renato Curi Angolana) pro Sulmona, Marini (Fermana) pro Celano, Andrea Martini (Vis Pesaro) pro Maceratese, Montone (Bojano) pro Celano Marsica, Pettolino (Bojano) pro Isernia, Enrico Severini (Recanatese) pro Civitanovese e Valente (Amiternina) pro Ancona 1905.

Questo nel dettaglio il quadro aggiornato degli allenatori delle 18 squadre che compongono il Girone F di Serie D 2013/14:
ALMA JUVENTUS FANO: Mirko Omiccioli (Nuovo) poi esonerato e rilevato alla 25a giornata da Gianluca De Angelis;
AMITERNINA: Vincenzino Angelone (Confermato);
ANCONA 1905: Giovanni Cornacchini (nuovo) ;
BOJANO: Primo Berlinghieri (nuovo) poi esonerato e rilevato alla 6a giornata dal tecnico della Juniores Giovanni Menna, poi a sua volta rilevato all’8a giornata da Tony Pulcinella, il quale a sua volta è stato rilevato alla 9a giornata da Eduardo Gargiulo, poi alla 10a giornata di nuovo il tecnico della Juniores Giovanni Menna, alla 12a giornata Vincenzo La Manna alla 13a il presidente Domenico Di Conza, alla 15a Giglio, dalla 16a Giovanni Cagiano poi rilevato alla 24a da Antonio Iannantuoni il quale a sua volta è stato rilevato alla 26a da Florenzio Rivellini;
CELANO MARSICA: Luigi Morgante (confermato);
CIVITANOVESE: Osvaldo Jaconi (nuovo) poi esonerato e rilevato alla 19a giornata da Leonardo Gabbanini ;
FERMANA: Gianluca Fenucci (nuovo) poi esonerato e rilevato alla 9a giornata dal tecnico della Juniores Matteo Mercuri, il quale a sua volta è stato rilevato alla 10a giornata da Luigi Boccolini, che si è poi dimesso ed è stato rilevato alla 20a giornata dal duo: Fabio Scoponi-Matteo Mercuri;
GIULIANOVA: Donato Ronci (nuovo) poi esonerato dopo questa 27a giornata e sostituito con Alessandro Monticciolo;
ISERNIA: Giovanni Renna (nuovo) poi esonerato e rilevato alla 4a giornata dal vice Massimo Scagliarini il quale a sua volta è stato rilevato alla 5a giornata da Santo Mazzullo, poi dall’11a giornata di nuovo Massimo Scagliarini e dalla 18a Michele Califano;
JESINA: Francesco Bacci (nuovo);
MACERATESE: Guido Di Fabio (confermato) poi esonerato e rilevato alla 4a giornata da Massimiliano Favo che a sua volta è stato poi esonerato e sostituito alla 26a giornata dallo stesso Guido Di Fabio;
MATELICA: Fabio Carucci (confermato);
OLYMPIA AGNONESE:Corrado Urbano (confermato);
RECANATESE: Gilberto Pierantoni (nuovo) poi esonerato e rilevato alla 12a giornata da Daniele Amaolo ;
RENATO CURI ANGOLANA: Luciano Miani (confermato) poi esonerato e rilevato all’11a giornata da Giuseppe Donatelli;
SULMONA: Antonio Mecomonaco (confermato) poi esonerato dopo la 16a giornata e rilevato dal tecnico della Juniores Mario Pulsone e dalla 18a giornata da Pasquale Luiso;
TERMOLI: Sauro Trillini (nuovo) poi esonerato e rilevato alla 4a giornata da Domenico Giacomarro;
VIS PESARO: Giuseppe Magi (confermato).
In neretto le squadre che hanno sostituito il proprio allenatore iniziale.

COPPA ITALIA:
Semifinali del 12 febbraio (andata) e 5 e 6 marzo (ritorno):
Ponte San Pietro Isola-Gozzano 2-0 e 0-0 (Giocata giovedì 6 marzo)
Arezzo-Pomigliano 0-2 e 0-0
In neretto le 2 squadre approdate in finale
Finale in gara unica di giovedì 3 aprile:
Ponte San Pietro Isola-Pomigliano
La manifestazione (detenuta dal Torre Neapolis) è partita con il turno preliminare di domenica 18 agosto (stessa data di inizio della Coppa Italia Lega Pro). Poi ci sono stati il 1° turno del 25 agosto , i 32esimi di finale dell’11 settembre, il 3°turno (sedicesimi) del 16 ottobre, gli ottavi di finale del 20 novembre, i quarti di finale dell’11 dicembre e le semifinali del 12 febbraio (andata) e 5 e 6 marzo (ritorno). Seguirà la finale di giovedì 3 (e non più mercoledì 2 come in un primo tempo era stato stabilito) aprile 2014.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 472 volte, 1 oggi)