SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La matematica è vicina. Qualora i calcoli dovessero elaborare il corretto risultato la Samb potrà finalmente cantare vittoria e molto prima del previsto.

La gara che vedrà impegnati i rossoblu contro l’ Urbania, infatti, potrebbe essere quella decisiva ma a due condizioni: la conquista dei tre punti da parte della compagine di mister Mosconi e la sconfitta, al contempo, del Castelfidardo. Se questo non dovesse accadere i rossoblu saranno costretti a rimandare i festeggiamenti, si spera, a domenica prossima.

“Molto dipende da noi – ha commentato il tecnico della Samb – Dobbiamo dar seguito a quello che abbiamo fatto vincendo. Tenteremo di conquistare i tre punti ma per la vittoria definitiva del campionato occorre anche che il Castelfidardo perda”.

E non sarà una facile impresa quest’ ultima considerando il fatto che la seconda in classifica vanta il primato di miglior difesa con soli 5 reti subite in casa. Nonostante questo però i rivieraschi giungeranno ad Urbania con tutta l’ intenzione di far bene: “Non c’ è un clima di festeggiamento ma solo la volontà di restare sul pezzo – ha proseguito Mosconi – L’ incontro presenterà sicuramente delle insidie visto che andremo a confrontarci con una squadra giovane e che nelle ultime gare ha riacquistato il morale giusto. Sarà una partita ostica ma noi ce la metteremo tutta perché vincere è l’ unico biglietto da visita da presentare per il futuro”.

Alla gara di domani non prenderanno parte Zebi e con molta probabilità Padovani che, nel corso della rifinitura odierna, ha accusato un dolore alla caviglia. Traini siederà in panchina cedendo il posto a Ventanni ed entrerà in campo solo in caso di necessità.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 568 volte, 1 oggi)