GROTTAMMARE – È anticipato a domani, mercoledì 12 marzo, alle ore 18 al Teatro dell’Arancio (ingresso libero), l’incontro con il filosofo Vito Mancuso su Il principio passione.

Annunciato inizialmente per giovedì 13, l’appuntamento, condotto da Gino Troli, è parte dell’Inventario di stagione, programma realizzato dal Comune di Grottammare e dall’Amat, con la collaborazione dell’Associazione Culturale l’Onagro e con il sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Regione Marche.

In Il principio passione Mancuso assume la passione come prospettiva da cui leggere il mondo. Il problema in particolare è l’amore, sostiene, il suo posto nel mondo e nella logica che lo regge. Quando si ama, quando si vive per il bene e per la giustizia, si rafforza il nostro essere natura, oppure lo si indebolisce estinguendone la forza vitale?

Affascinante racconto di una profonda avventura intellettuale, Il principio passione con la sua «formula del mondo» (logos + caos = pathos) si offre alla mente perplessa come una nuova guida per rinnovare in modo responsabile la fiducia nella vita, e nell’amore quale suo scopo supremo.

Vito Mancuso è stato docente di Teologia moderna e contemporanea presso la Facoltà di Filosofia dell’Università San Raffaele di Milano dal 2004 al 2011. I suoi scritti hanno suscitato notevole attenzione da parte del pubblico, in particolare L’anima e il suo destino e Io e Dio Una guida dei perplessi, due best seller da oltre centomila copie con traduzioni in molte lingue. Da marzo 2013 è docente di Storia delle dottrine Teologiche all’Università degli Studi di Padova.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 332 volte, 1 oggi)