ALVARO ARCIPRETI: Perdere non fa mai piacere, è stata la prima domenica scorsa ma non ci è piaciuto. La vittoria di oggi conferma la solidità di un gruppo che da cinque/sei mesi sta andando al massimo. A fine gara ho fatto i complimenti a Tozzi Borsoi dicendo che dobbiamo goderci le cose senza fare alcuna considerazione eccessiva nel bene e nel male. Per il resto a me interessa quel che facciamo sul campo come direttore sportivo, mentre per il resto le cose attengono a Gianni Moneti di cui ho massima fiducia. Ma sono argomenti che devono restare fuori dalle questioni sportive.

L’abbraccio a mister Mosconi dopo il gol di Baldinini è un segno importante, è una dimostrazione di affetto da parte della squadra. Mosconi è un esordiente in questa categoria, il gruppo è molto attaccato a lui.

Tozzi Borsoi sa che deve interessarsi solo agli aspetti sportivi, lui viene da situazioni di calcio anche più pesanti rispetto a quelle attuali di San Benedetto.

MOSCONI: Il Trodica è la seconda miglior difesa e in trasferta ha fatto risultati importanti. Oggi siamo tornati noi stessi dopo la sconfitta, come un animale ferito. Era una partita che abbiamo interpretato bene. Recchi? Ha giocato con me a San Sepolcro, diciamo che stavolta, al contrario dell’andata, è stato un amico (scherza).

Voglio aggiungere che qui certo è bello, siamo la Samb in uno stadio importante, ma è nei momenti di difficoltà che si vede l’attaccamento ai colori e alla maglia. Se il gruppo oggi è unito con il presidente, forse in passato ci sarebbero stati meno problemi. Questo gruppo ha dei valori, e se la città di San Benedetto avesse avuto questi valori, sicuramente avrebbe avuto meno problemi. Tutto aiuta a crescere, abbiamo già dimenticato quello che è avvenuto in questi giorni. Vogliamo dimostrare che noi ci teniamo a questa maglia e lo dimostriamo con i fatti.

Io sto cercando di fare il massimo dal 12 agosto scorso, io riesco ad ottenere risultati grazie ad un gruppo di ragazzi encomiabili.

TOZZI BORSOI: Oggi ci tenevamo in maniera particolare e a nome della squadra dedichiamo la vittoria al presidente che non ha attraversato una settimana tranquillissima dopo una sconfitta che ha creato qualche polemica ma dopo la trafila che abbiamo fatto non era il caso di sottolineare una sconfitta. E’ vero che siamo giocatori che abbiamo giocato in categorie superiori ma in campo ci andiamo noi e i fatti li facciamo noi. I tifosi giustamente ci hanno fatto sentire il peso di questa maglia, e anche in questa categoria abbiamo portato questa responsabilità. E’ stato poco elegante nei confronti della squadra sentirsi dire queste cose, nei nostri confronti e nei confronti del presidente. Noi è vero veniamo da altre categorie ma bisogna avere altre caratteristiche per vincere, anche in Eccellenza. La squadra lo ha dimostrato festeggiando il secondo gol andando dal mister per rimarcare la nostra passione.

Non ce l’ho con qualcuno in particolare, ma ci sono state cose che a me come capitano e anche alla squadra hanno dato fastidio. Arrivare alla 27esima giornata e sentirsi dire che è facile e scontato e che giochiamo contro i ragazzini i gente che lavorano… contro di noi tutti fanno la partita della vita, e dobbiamo sopperire anche a questo, abbiamo le qualità per farlo e lo abbiamo dimostrato. Fino ad ora a parte i tifosi che vengono in curva e ci fanno sentire ancora giocatori, per il resto, poco: non chiediamo nulla ma appena c’è stata l’occasione di criticarci questo è stato fatto, e secondo me è sbagliato.

Noi fino ad ora abbiamo fatto il nostro dovere.

MORREALE (ALL. TRODICA) Sono di Civitanova e tifoso della Samb, sono felice della vittoria del campionato della Samb. Certo, avremmo voluto dare una soddisfazione ai nostri tifosi. Noi ci alleniamo tre volte a settimana alle 20 di sera, è normale che non reggiamo il passo nel finale. Noi eravamo partiti per salvarci, tutto quello che arriva in più va bene. Se arriveranno i play off saremo contenti, se non ce la faremo non sarà un dramma. Sono comunque contento che la Samb salga, non c’entra nulla con questa categoria

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.099 volte, 1 oggi)