SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Movimento cinque stelle, l8 marzo 2014 alle ore 16, presso l’Auditorium Comunale “Giovanni Tebaldini” presenterà un convegno informativo sui mali sociali legati al plagio, alla pedofilia, alle violenze e agli abusi sui bambini e sulle famiglie, ad opera della delinquenza organizzata e delle sette abusanti.

Interverranno: Aldo Verdecchia, fondatore del centro studi e dell’associazione “giù le mani dai bambini”, che parlerà di movimenti settari e di comitati di truffatori che adescano, abusano e sfruttano giovani e giovanissimi, disgregano e depredano famiglie (e imprese) di patrimoni affettivi ed economici; di strategie che queste organizzazioni adottano per non incorrere in rischi legali; del silenzio e dell’indifferenza di chi dovrebbe controllare e intervenire; delle conseguenze e dei danni che subiscono tutti coloro che osano denunciare queste realtà manipolatrici e abusanti; dell’enorme prezzo che ha dovuto pagare prima di riuscire a liberare suo figlio da una setta di plagiatori pedofili e pornografi, “coperta e favorita” da scellerate alleanze fra insospettabili rappresentanti di istituzioni pubbliche, religiose e finanziarie.

Renato Meduri, ex Senatore della Repubblica e primo firmatario del disegno di legge n. 800 (norme per contrastare la manipolazione psicologica), che parlerà del vuoto legislativo che nel nostro Paese si è venuto a creare nel giugno 1981 a seguito della dichiarata incostituzionalità dell’art. 603 c.p., relativo al reato di plagio; degli intralci che le forze politiche hanno posto per ostacolare il corso del Disegno di Legge n. 800 (norme per contrastare la manipolazione psicologica).

Maurizio Alessandrini, presidente dell’Associazione FAVIS – Famigliari delle Vittime delle Sette – che parlerà delle numerosissime sette abusanti che sul territorio nazionale manipolano i nostri giovani depredandoli della loro identità fino a sostituirla; delle tecniche che queste realtà adottano per adescare raggirare e abusare di giovani e delle loro famiglie; dei disagi e delle sofferenze che si generano nelle famiglie delle persone irretite; dei richiami che il Consiglio d’Europa rivolge all’Italia (dal 1999) per non avere adottato (a differenza di altri paesi dell’EU) misure per informare e proteggere i cittadini dai movimenti settari abusanti e dalle loro derive.

Ubaldo Valentini, professore e presidente dell’associazione “Genitori separati per la tutela dei minori”, parlerà di separazioni tra genitori e figli mal gestite da assistenti sociali e Tribunali; di Assistenti Sociali e Tribunali Minorili che (senza giusta causa e a spese dei contribuenti) sottraggono migliaia bambini ai loro genitori e li assegnano a Case Famiglia; di conseguenze e danni che subiscono quei bambini, orfani per decreto, che vengono ingiustamente privati del diritto di essere allevati dal proprio padre e dalla propria madre.

Per concludere ci sarà un dibattito pubblico

 

 


 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 260 volte, 1 oggi)