TERAMO – Entro questa settimana la ragioneria emetterà i provvedimenti di liquidazione a saldo dei rimborsi alluvione 2011 a favore di nove Comuni in regola con la documentazione: entro la prossima la Banca D’Italia li accrediterà sui rispettivi conti.
I Comuni interessati sono: Ancarano, Bellante, Campli, Cellino, Civitella, Corropoli, Giulianova,  Notaresco, Sant’Omero.

Alle altre amministrazioni è stato richiesto – il 21 gennaio scorso – un supplemento di documentazione in quanto quella presentata, in fase istruttoria, è risultata “carente o incongruente”.

Tutti i Comuni hanno già ricevuto nel 2013 una prima tranche di rimborso del 25% coperta con i primi 5 milioni trasferiti alla Provincia; con questo secondo trasferimento (8 milioni) da parte dello Stato si provvederà a saldare tutte le spese, opportunamente verificate, affrontate dalle amministrazioni comunali

“Intanto la Regione ci ha comunicato che entro la prossima settimana ci saranno trasferiti i 20 milioni di vecchi Fas che sono stati destinati al ripristino della rete viaria principale e comunale– annuncia il presidente Valter Catarra – secondo la priorità definita dal comitato tecnico. E’ con queste risorse che si farà fronte anche ad alcune emergenze particolarmente gravi come la bonifica della provinciale 49 a Valle Castellana, la sistemazione della 43 per Pietracamela e la ricostruzione del ponte di Campodino fra Sant’Omero e Nereto”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 194 volte, 1 oggi)