SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è tenuto venerdì 28 febbraio un vertice tra i tecnici del settore Progettazione e Manutenzione opere Pubbliche e l’ingegner Gesualdo Bavecchi, progettista e direttore dei lavori delle opere di messa in sicurezza idraulica del Torrente Albula.

Motivo dell’incontro, la verifica tecnica per stabilire se le sezioni del torrente vanno ulteriormente allargate. Ricordiamo che l’adeguamento delle sezioni idrauliche dell’alveo è uno degli interventi previsti dal progetto insieme alla realizzazione di casse di espansione a bocca tarata (cioè aree dove far “sfogare” il torrente durante le piene) e alla realizzazione di nuovi attraversamenti.

Finora sono state realizzate entrambe le bocche tarate in calcestruzzo, lungo tutto il corso del torrente è stata adeguata la sezione idraulica con il taglio di essenze arboree e la riprofilatura degli argini, sono stati completati tutti e cinque gli attraversamenti.

Questi lavori sono finalizzati ad evitare le esondazioni e a migliorare la percorribilità degli attraversamenti che, in caso di piene, spesso diventavano inutilizzabili con conseguente isolamento delle zone interessate.

Nei mesi di marzo ed aprile, periodo in cui le minori piogge premettono i lavori nell’alveo, saranno ripresi i lavori per il completamento dei terrapieni di contenimento delle portate d’acqua e inizieranno le operazioni di rettifica in alcuni punti del corso del torrente con tagli di altre essenze vegetali e l’allargamento delle sezioni.

“L’incontro è stato molto utile per mettere a fuoco la situazione attuale del torrente Albula – spiega Bavecchi – la verifica in corso ci aiuterà, attraverso dei rilievi, a sistemare e apportare dei correttivi in quelle zone in cui si registrano maggiori difficoltà per aumentare ulteriormente il livello di sicurezza idraulica del corso d’acqua”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 536 volte, 1 oggi)