SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Probabilmente è stato aiutato da qualche complice per raggiungere la Riviera. Su questa ipotesi le forze dell’ordine stanno lavorando per scoprire come Sergio Di Palo da Rebibbia sia giunto a San Benedetto del Tronto.

Nel frattempo l’evaso è stato trasferito all’ospedale Mozzoni di Ascoli Piceno per farsi curare la gamba fratturata durante l’evasione.

La struttura ospedaliera è dotata di un reparto di sicurezza destinato alle cure dei detenuti del carcere di Marino del Tronto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 613 volte, 1 oggi)