PADOVANI: Loro hanno lottato per il pareggio fino alla fine ma penso che la vittoria sia stata meritata. Ho segnato in maniera un po’ fortuita, è vero, mentre qualche minuto prima potevo segnare agevolmente, ma ho colpito male la palla che è terminata sul palo. Nella ripresa invece, di testa, volevo indirizzarla meglio, e anche lì la sfera è finita contro la parte alta della traversa. Nel secondo tempo loro erano più sbilanciati e mi hanno lasciato più spazio per il contropiede.

SAYE MAME: Domenica scorsa non avevo giocato bene e mister Mosconi mi ha richiamato a fine partita davanti alla stampa, giustamente. Ero nervoso e neppure ho dormito. Poi, per tutta la settimana, mi sono concentrato per la gara contro la Montegiorgese e sono felice di aver disputato un’ottima partita e che il mister mi abbia stavolta elogiato pubblicamente.

ARCIPRETI: Il Montegiorgio a mio avviso, dopo la Samb, è la migliore formazione del campionato e oggi si è visto. In settimana li avevo osservati in Coppa Italia, contro il Città di Castello, ed ero rimasto impressionato dal loro 4-0. Nel primo tempo abbiamo giocato bene ma poi nella ripresa abbiamo un po’ subito la reazione del Montegiorgio, squadra di categoria, tuttavia occorre ribadire che abbiamo avuto moltissime occasioni, abbiamo colto due legni con Padovani. Oggi farei un monumento a Saye Mame, è stato esemplare. Ora abbiamo 17 punti di vantaggio, andiamo avanti. Per quanto riguarda gli aspetti societari posso garantire che Moneti ci sta lavorando, oggi ha visto la partita coi tifosi che gli hanno trasmesso la loro forte passionalità.

MOSCONI: Le vittorie sofferte sono più belle. Abbiamo segnato con un po’ di fortuna, mentre abbiamo sprecato altre occasioni. Questa però è una squadra che tira in porta almeno 7-10 volte a partita. Continuiamo così, senza guardare classifica e avversari. Oggi il Montegiorgio ha giocato bene, noi avevamo qualche giocatore fuori forma, ma a volte va bene anche una vittoria un po’ appannata purché arrivino i tre punti. Saye Mame oggi è l’uomo del giorno insieme a Borghetti, ho chiesto loro massimo impegno in modo da essere la miglior difesa del campionato. Tutti stanno dando il massimo, se lo merita il popolo rossoblu.

IZZOTTI: In questo campionato il nostro obiettivo sono i play off. Sul risultato di oggi non ha influito la fatica di Coppa Italia né le assenze. Olivieri? Per lui questa è una gara importante, eravamo d’accordo di farlo giocare ma, appena avesse avuto qualche problema, di farlo tornare in panchina. Devo dire che l’arbitro ci ha messo del suo, Zebi doveva essere espluso per un brutto fallo dal limite che meritava il secondo giallo, poi avrei voluto vedere la Samb in dieci nel finale. Comunque la squadra rossoblu è la più forte del campionato, l’avevo già detto all’andata, e il mio auspicio è che torni presto tra i professionisti. La mia espulsione? C’era stato un fallo su un nostro giocatore non rilevato, poi uno su Galli e la panchina si è alzata per protestare, io ero già in piedi e l’arbitro ha deciso di cacciarmi, capita. “

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 859 volte, 1 oggi)