SANT’OMERO – Due rocamboleschi inseguimenti nella notte in Val Vibrata.  Nell’ambito di specifiche attività di controllo del territorio, i carabinieri di Alba Adriatica, diretti dal capitano Raffaele Iacuzio, sono riusciti a sventare alcuni probabili furti e recuperare tre automezzi rubati.

Erano circa le 2 di venerdi 7 febbraio, quando i militari hanno intercettato nei pressi del bar “Fantasy” di Sant’Omero un Fiat Doblò i cui tre occupanti alla vista della gazzella di servizio si sono dati alla fuga, abbandonando poi il veicolo in aperta campagna e con il motore ancora acceso. Favoriti dall’oscurità, i sospettati sono riusciti a dileguarsi per le campagne circostanti.

Il mezzo recuperato è risultato rubato il 2 febbraio scorso ai danni di una ditta di costruzioni edili e, dopo i rilievi di rito, è stato restituito al proprietario.

Dopo poche ore, sempre nelle campagne di Sant’Omero, i carabinieri del nucleo radiomobile di Alba Adriatica si sono imbattuti in un’Alfa Romeo 156 con tre persone a bordo  che ha iniziato ad allontanarsi velocemente alla vista della pattuglia . E’ scattato quindi un secondo inseguimento, ma nuovamente i malviventi, guadagnata l’aperta campagna, si sono dileguati scappando a piedi e lasciando, anche in questo caso, la macchina con il motore acceso. Il veicolo era stato rubato la stessa notte ad un 36enne del posto a cui è stato prontamente riconsegnato.

Infine, alcune settimane fa, è stata recuperata un’autovettura  al cui interno sono stati trovati piccoli e mazze, nonché arnesi idonei allo scasso, tutto materiale subito sottoposto a sequestro.

Sono in corso le indagini per individuare i malviventi fuggitivi che potrebbero essersi resi responsabili, nelle ultime settimane, dei furti avvenuti tra il Piceno e la Val Vibrata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 279 volte, 1 oggi)