PORTO SANT’ELPIDIO – Le interviste di Elpidiense Cascinare-Samb.

Arcipreti: “Il campo lo avete visto tutti. Non era semplice giocare qui. La vittoria è stata molto sofferta. Non si può sempre fare una prestazione esaltante ma questi tre punti li abbiamo sicuramente meritati. Prendiamoceli e pensiamo alla prossima gara”

Mosconi: “Vittoria importante ma non cambia niente perché dobbiamo continuare a lottare fino alla fine. Il campo è stato infame e per questo ad un certo punto ho preferito schierare il 4-4-2. Questa gara deve insegnarci che le partite non finiscono mai prima dei 90 minuti. Abbiamo fatto un buon primo tempo ma poi abbiamo mollato troppo presto. Sono comunque contento per i miei ragazzi. Il nostro centrocampo? È da C2”

Piccioni: “Il campo era impraticabile soprattutto nel secondo tempo. Siamo partiti bene e convinti. Avremmo potuto gestire meglio il gioco ma siamo comunque contenti. Loro non avevano nulla da perdere e per questo hanno dato tutto”

Padovani: “Il campo non permetteva di giocare. Nel primo tempo abbiamo avuto la possibilità di chiudere la gara con Baldinini ma ha sbagliato. Nel secondo tempo loro ci hanno creduto tanto e il campo li ha un po’ aiutati. Abbiamo rischiato ma va bene perché abbiamo vinto. Nel corso della partita in alcuni casi ho ricoperto il ruolo della prima punta perché il mister mi ha chiesto di giocare sull’ ultimo uomo per sfruttare il comtropiede. All’ inizio cambiavo spesso fascia ma adesso il mister vuole che io giochi più stabilmente sulla sinistra per tagliare e andare alla conclusione di destro. La squadra è importante ma mi manca segnare”

Baldinini: “Le partite con i campi pesanti sono le mie. Peccato per aver sbagliato il gol alla fine del primo tempo. Avremmo potuto chiudere la partita in quell’ occasione ma così non è andata. Se lo avessi siglato sarebbe stata una giornata perfetta. Sappiamo giocare bene anche in queste condizioni ma la nostra è una squadra che gioca meglio su un altro tipo di terreno. Con l’ arrivo del bel tempo penso che faremo divertire di più i tifosi. Un terreno del genere non può che favorire l’ avversario perché la nostra è una squadra molto tecnica che si basa sul gioco palla a terra”

Seye Mame difficile giocare su questo campo per cui ci siamo dovuti adattare giocando “sporco”; sul gol subìto la colpa è di noi difensori che abbiamo perso l’uomo. Putroppo non è la prima volta che subiamo reti sulle palle inattive. L’arbitro ha  sbagliato tanto ma è scusato viste le condizioni del terreno.

Zuccheri abbiamo disputato una buona partita su un campo in pessime condizioni. All’inizio, visto da fuori non sembrava così brutto, peccato potevamo uscire dal Montevidoni senza subire gol. Non abbiamo comunque mai temuto la sospensione .

TOZZI BORSOI partita e campo difficili, per noi era impossibile far valere le nostre doti tecniche superiori. E poi c’è da dire che loro si lamentavano sempre dell’arbitro. Sin dall’inizio, in occasione del primo gol quando hanno protestato sia per un presunto fallo di Seye Mame sia per un fuorigioco inesistente. Il direttore di gara si è talmente stufato delle loro proteste che alla fine ho avuto l’impressione che fischiava spesso per noi.  D’altra parte questo è un vezzo di tutte le squadre che abbiamo affrontato finora. Non ho mai vinto una classifica cannonieri ma comunque, anche se sono in testa, non mi interessa neanche quest’anno.

TRAINI anche per me il campo non si adattava alle mie caratteristiche ma ho cercato di far leva sulla mia fisicità. Per me è un periodo sfortunato: prima ho finito l’anno con una frattura al naso poi ho cominciato l’anno nuovo con un ematoma alle parti basse che mi impedirebbe di ngiocare per un mese se non facessi ricorso ad una speciale protezione. La gara di  oggi è stata uguale alle altre: anche loro hanno fatto il match della vita ma noi abbiamo ancor auna volta dimostrato la nostra superiorità.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 910 volte, 1 oggi)