SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un fascicolo aperto in Procura sulle pensiline fotovoltaiche di Via Paganini? “Abbastanza normale” per il sindaco Gaspari, che però afferma di non essere in possesso di alcuna informazione in merito. “Ci sono situazioni di cui si parla talmente tanto e su cui si adombrano tanti spauracchi che ritengo giusto che chi di dovere faccia tutti gli approfondimenti del caso”.

L’accusa riguarderebbe autorizzazioni alla costruzione dell’impianto arrivate solo dopo l’installazione delle strutture antistanti il Palariviera. Il primo cittadino ammette la possibilità di errori da parte degli Uffici Comunali: “Se ci sono stati, sono stati commessi per colpa e non per dolo. Non metto in croce nessuno, sono convinto che la nostra struttura sia efficiente, ci sono bravi e validi dirigenti. Ci metto le mani sul fuoco”. Quindi spiega: “C’è un’attività di controllo che viene fatta da Polizia Municipale in primis. Se vivessimo in un piccolo comune probabilmente delle situazioni emergerebbero subito. C’è un controllo visivo su cui si riesce ad intervenire. Io stesso a volte ho fatto delle segnalazioni. Ad oggi non sono in grado di dire niente, devo attendere.  Se uno comincia a costruire una casa prima deve essere in possesso di tutti i permessi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 986 volte, 1 oggi)