SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Minacciava e maltrattava i genitori per avere il denaro che gli spettava. I familiari avevano saputo che gli serviva per pagarsi la droga e si sono rifiutati. Il figlio, un tossicodipendente di 40 anni, al rifiuto ha dato in escandescenza distruggendo la loro abitazione facendo anche danni all’esterno. Tutto questo è successo nella serata del 21 gennaio a San Benedetto. Sono intervenuti gli agenti del commissariato di pubblica sicurezza della Riviera arrestandolo immediatamente. L’uomo è stato portato nel carcere di Marino del Tronto con l’accusa di estorsione e maltrattamenti.

Le forze dell’ordine stanno ipotizzando anche l’accusa di stalking poiché, ascoltando i genitori, da qualche tempo il tossicodipendente aveva avuto atteggiamenti aggressivi e intimidatori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.605 volte, 1 oggi)