SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il 4 gennaio 2013 Hamed Banhadi, insieme con altre due persone, dopo aver gironzolato nei pressi del centro di Pescara, decise di violentare una donna, di Castel di Lama,  in un punto appartato vicino alla stazione. La ragazza, dopo essersi ripresa dallo shock, ha chiesto aiuto a dei passanti ed è stata portata all’ospedale cittadino. Grazie all’identikit fornito dalla vittima, si è risalito al marocchino, residente a San Benedetto del Tronto, che una settimana prima aveva tentato di violentare una donna alla stazione della Riviera.

Il Tribunale di Pescara ha condannato l’uomo a sei anni di reclusione per violenza sessuale in concorso con persone ignote.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 692 volte, 1 oggi)